Il Bolognino

Venerdì, 16 Marzo 2012 00:00

8 marzo. Quando? Sempre. Sempre è ora

Scritto da

L'otto marzo è convenzionalmente il giorno in cui si celebra la Giornata Internazionale della Donna. Storicamente molte sono le versioni per cui si crede si sia arrivati a questa data e a questa celebrazione. Possiamo affermare che prima di essere otto marzo di tempo né è passato. Corinne Brown celebrò il primo Woman's day il 3 maggio, le camiciaie newyorkesi all'inizio del novecento lo celebrarono con uno sciopero lungo due settimane, le operaie tessili catalane organizzando il primo sciopero generale del franchismo, le donne di SanPietroburgo, stanche della prima guerra mondiale lo istituirono scendendo in piazza contro la guerra.

Venerdì, 16 Marzo 2012 00:00

Sulla scialuppa dell'8 marzo

Scritto da

“Prima le donne e i bambini”: una regola arcaica che individua in noi femmine, e nei più piccini, i primi da mettere in salvo. Vale su una barca se sta per affondare, dovrebbe contare in un Paese in crisi: la bussola andrebbe puntata in direzione del futuro. E le strategie di marketing lo hanno intercettato, vedono quante siamo: donne e giovani, per vendere prodotti, svecchiare partiti, attirare consenso. Siamo tanti e tante, siamo in superficie. Ma rimaniamo dietro le quinte nel teatro del potere e dove si tirano le fila.

Giovedì, 15 Marzo 2012 00:00

Almanacco Marzo

Scritto da
  • 2 marzo 2003, Castiglion Fiorentino (treno Roma-Firenze): durante una sparatoria tra Polfer e BR, muoiono l’agente EMANUELE PETRI e il brigatista Mario Galesi; arrestata Nadia Desdemona Lioce, poi condannata per l'omicidio di Marco Biagi 
  • 5 marzo 1982, Roma: dopo una rapina dei Nar alla BNL, la terrorista Francesca Mambro uccide lo studente diciasettenne ALESSANDRO CARAVILLANI. 
  • 9 marzo 1979, Palermo: la mafia uccide MICHELE REINA, segretario provinciale Dc. 
Giovedì, 01 Marzo 2012 00:00

Tre esperienze per uscire dalla crisi

Scritto da

Davanti alla crisi globale, finanziaria e poi reale, partita dagli Usa, e che sta investendo in pieno l’Italia e i paesi europei più deboli, ci sono solo due strade percorribili. La prima è affrontare la crisi con le stesse regole e gli stessi presupposti che l’hanno scatenata; la seconda è iniziare a ragionare in modo differente, con nuovi approcci economici e/o riscoprendo esperienze di critica già presenti nella nostra società ma finora messe in sordina, ignorate o poco considerate.


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più