Il Bolognino

Venerdì, 24 Agosto 2018 14:05

Vincino e la Pietas Post Mortem

Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

Pubblicato in Cultura

Riportiamo una dichiarazione di Blu, artista autore di murales memorabili a Bologna ed altre città, riconosciuto anche a livello internazionale. Blu sta cancellando i propri disegni, le proprie opere d'arte, e lo sta facendo perché una fondazione bancaria, presieduta dall'ex rettore dell'università Roversi Monaco, ha deciso di organizzare una mostra sulla street art e vuole utilizzare la sua arte e l'arte dei writer a beneficio di alcuni, invece che a beneficio di tutti.

Pubblicato in Cultura
Lunedì, 02 Novembre 2015 12:04

Grazie Pierpà

Grazie di essere esistito. Grazie per la ricchissima opera che ci hai lasciato, e per quello che mi ha insegnato. Mi ha formato e sono certo ancora in futuro mi riserverà spunti di riflessione, perché ancora a trent'anni suonati non ne ho che letta/vista la metà.

Pubblicato in Cultura
Martedì, 12 Agosto 2014 22:15

In morte di un personaggio dello show biz

La cosa surreale di quando muore un personaggio (Robin Williams, in questo caso) è che le lacrime dei fans non vengono versate solo sulla sua attività pubblica, ma anche sulle sue qualità personali, come se "Robin" o chi per lui (sì, spesso vengono chiamati per nome) fosse stato un vecchio amico di famiglia.

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 05 Marzo 2014 00:44

L'Italia de "La grande bellezza"

Ho visto "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino e devo dire che mi è piaciuto assai, ma non per piaggeria all'Oscar o per nazionalismo cinefilo tristo. Mi piace ancor di più il day after della trasmissione televisiva che vede gran parte del pubblico denigrare questo film, indispettita, quasi incattivita. 

Pubblicato in Opinioni

Si può parlare di videogiochi, non solo come giochi o come oggetti di consumo? Il saggio di Luca Papale (classe 1988, fresco di laurea magistrale con lode in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale) indaga su un concetto attualmente piuttosto aleatorio di una critica videoludica ancora in fasce, ossia l’estetica dei videogiochi. Il sottotitolo (percorsi, evoluzioni, ibridazioni) va a definire e limitare un argomento altrimenti sconfinato, una terra ancora di nessuno con pochi punti fermi.

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 10 Luglio 2013 23:47

Là dove ci portava un tempo l'immaginazione

Strani, nuovi mondi, alla ricerca ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà


Partiamo dalla frase sopra citata, perché quando parliamo del fantastico parliamo sempre di qualcosa che ha dato all’uomo il pretesto di esplorare, creare, immaginare mondi diversi, futuri possibili.

Nei due film reboot di Abrams sul noto telefilm Star Trek (Star Trek – 2009, e Star Trek Into Darkness - 2013) che dovrebbero essere delle opere di fantascienza con realtà alternative, in vero siamo di fronte a opere che non contengono nemmeno questa aspirazione. Sono film il cui autore non si è nemmeno preso il disturbo di immaginare qualcosa, di creare una propria visione, di proporre un proprio messaggio di come sarà un lontano domani.

 

Pubblicato in Cultura

Il regista inglese Ken Loach, vincitore di un premio al Torino Film Festival di quest'anno ha rifiutato il premio in sostegno dei lavoratori esternalizzati del Museo Nazionale del Cinema di Torino. Riportiamo qui le importanti considerazioni e motivazioni che lo hanno spinto a fare questo gesto. Un gesto di coerenza con il suo cinema di impegno e denuncia sociale. Che a noi piace.

Pubblicato in Lavoro
Venerdì, 26 Ottobre 2012 13:46

Tutti nella norma, oppure Gender Bender

Il commento più gettonato a questa foto è "fascisti".

Chiaro che è vero, ma non fermiamoci all'ovvio. Perché lo striscione afferma qualcosa di più.

Pubblicato in Bologna

 

La seconda parte della guida, come preannunciato, è totalmente dedicata al rapporto tra il moderato estremista e la satira. Rapporto complesso, dicevamo: essendo dotato di un sense of humour pari all’intelligenza di Gasparri, il moderato estremista fa solitamente un po’ fatica a raccapezzarsi in qualunque cosa abbia un rapporto più o meno stretto con l’umorismo. Tende dunque a identificare la satira con la comicità tout court (“E’ sacrosanto voler far ridere, ma occorre giudizio”, “Sarà satira, ma a me non fa ridere”), a confondere il sarcasmo con l’ironia, e via dicendo. Ma non è un problema; l’importante è dar l’idea di avere le idee chiare. Fatto il preventivo elogio politically correct della satira, cui facevamo cenno nella prima parte della guida, il moderato estremista fa una spiccia analisi dell’opera e, se essa colpisce lui o le sue idee, la demolisce con varie motivazioni. Solitamente tanto più è intollerante verso la satira, tanto più finge di saperne qualcosa. 

Pubblicato in Cultura
Pagina 1 di 2

Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più