Il Bolognino

Domenica, 15 Gennaio 2012 00:00

A che serve l'arte?

Scritto da 
danza danza

In attesa di capire cosa farà il governo Monti per favorire lo sviluppo culturale del paese, provo ad affrontare brevemente, e da un punto di vista ben delimitato, alcuni dei vantaggi che la cultura apporta alla nostra società e a noi come individui. Se prendiamo il modello freudiano per buono, notiamo che ogni essere umano ha una forte energia psicologica che deve poter esprimere.

Un approccio psicologico e produttivistico contro i tagli all’industria culturale.

In attesa di capire cosa farà il governo Monti per favorire lo sviluppo culturale del paese, provo ad affrontare brevemente, e da un punto di vista ben delimitato, alcuni dei vantaggi che la cultura apporta alla nostra società e a noi come individui. Se prendiamo il modello freudiano per buono, notiamo che ogni essere umano ha una forte energia psicologica che deve poter esprimere.

Se non lo facesse, andrebbe incontro a una serie di complicanze non indifferenti. L’arte, e più in generale la cultura, ci permettono di indirizzare questa energia psicologica in maniera proficua. Il teatro drammatico ci permette di vivere una molteplicità di situazioni problematiche, che i tabù della nostra società non ci consentono di affrontare; quello leggero consente una distrazione e un alleggerimento di tensioni psichiche che ci portiamo dietro nella vita di tutti i giorni. La musica ci permette, secondo la visione di Reik, di entrare in contatto con la parte più nascosta dell’Es e, secondo Fornari, di affrontare il trauma della nascita e la costruzione del linguaggio sia verbale (parlato e cantato) che fisico (danza). La pittura e la scultura hanno un ruolo centrale nel fissare e ricordare determinati stati emotivi. Stessa cosa, con l’aggiunta di un processo elaborativo più complesso, consente la scrittura. Tutto questo prendendo in considerazione solo i “produttori” culturali. I “consumatori”, a loro volta, vivono questi processi immergendosi nell’evento artistico ed identificandosi con i “personaggi”. Sicché, consentendo di liberarci di queste tensioni psicologiche, l’arte permette un equilibrio psicologico migliore e, in definitiva, di essere più felici e più produttivi. Smentendo così l’affermazione del nostro ex-ministro Tremonti che asserì che “con la cultura non si mangia”.

Letto 1798 volte Ultima modifica il Domenica, 18 Marzo 2012 23:23

Potrebbe interessarti anche:

  • Vincino e la Pietas Post Mortem

    Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

  • Se credere di fare controinformazione porta a fare disinformazione

    Negli ultimi due anni a questa parte stiamo assistendo a un evoluzione imprevista dell'informazione e temi che dovrebbero essere a-politici stanno diventando delle carte tornasole della collocazione politica della redazione. Una di queste cartine tornasole è di certo il tema vaccini.

  • Blu cancella i suoi murales, no alla privatizzazione dell'arte

    Riportiamo una dichiarazione di Blu, artista autore di murales memorabili a Bologna ed altre città, riconosciuto anche a livello internazionale. Blu sta cancellando i propri disegni, le proprie opere d'arte, e lo sta facendo perché una fondazione bancaria, presieduta dall'ex rettore dell'università Roversi Monaco, ha deciso di organizzare una mostra sulla street art e vuole utilizzare la sua arte e l'arte dei writer a beneficio di alcuni, invece che a beneficio di tutti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più