Il Bolognino

Domenica, 25 Agosto 2013 14:44

Estetica dei videogiochi - percorsi,evoluzioni, ibridazioni

Scritto da  Mario Morandi
La copertina del testo di Luca Papale La copertina del testo di Luca Papale

Si può parlare di videogiochi, non solo come giochi o come oggetti di consumo? Il saggio di Luca Papale (classe 1988, fresco di laurea magistrale con lode in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale) indaga su un concetto attualmente piuttosto aleatorio di una critica videoludica ancora in fasce, ossia l’estetica dei videogiochi. Il sottotitolo (percorsi, evoluzioni, ibridazioni) va a definire e limitare un argomento altrimenti sconfinato, una terra ancora di nessuno con pochi punti fermi.


Per essere chiari: il saggio, diviso in quattro parti, si concentra soprattutto su quello che è il videogioco narrativo, i cui paradigmi principali dell’autore sono
Metal Gear Solid e Silent Hill, in particolare il secondo capitolo (Luca Papale è da molti anni utente e moderatore della community di SillenHillChronicles.it).

 

Quello che il lettore interessato potrà ritrovare fin dall’introduzione è un’estrema lucidità comunicativa e un’ottima consapevolezza della “spiazzante varietà ed eterogeneità di tutti quei prodotti che vengono, a torto o a ragione, raccolti sotto il termine ombrello ‘videogioco’”. Il discorso estetico nel videogioco viene dunque affrontato con cautela, capacità di analisi e ragionamento, con rarissime conclusioni ‘a caldo’, che comunque fanno trasparire anche una visione personale su argomentazioni molto circoscritte, che potrebbero dare vita a interessanti discussioni. Il grosso del lavoro invece, frutto della tesi di laurea di Papale, è una ricerca dallo stile sobrio, dall’approccio misurato, senza per questo apparire freddo e distaccato. Ogni frase non contiene una parola di più del necessario e il linguaggio utilizzato è alla portata anche dei non addetti ai lavori.


E’ proprio questa la maggiore forza del saggio in questione, il desiderio di comunicare, la voglia di definire come e perché i videogiochi riescano, attraverso una propria estetica, ad appassionare in un modo unico, differente dal cinema, e forse anche più potente, certamente più complesso. La capacità di osservazione, priva di pregiudizi di sorta, appassiona il cultore videoludico: oltre ai numerosi titoli citati e alle relative descrizioni di alcuni momenti di gioco, la bibliografia contiene una serie di opere fondamentali per una corretta introduzione ai Game Studies, con citazioni sempre brillanti, a tratti illuminanti. Dagli scritti nostrani di Francesco Alinovi (mentore dell’autore), Matteo Bittanti, Ivan Fulco e altre firme che non sfuggono all’occhio del conoscitore del settore della stampa specializzata, a saggi imprescindibili come Homo Ludens di Johan Huizinga o a testi pieni di spunti importanti come Extra Lives: Why Video Games Matter di Tom Bissell, e molto altro ancora.

 

Il primo capitolo opera un discorso necessario intorno alla storia e alle epoche del videogioco, comprese la varie modalità di categorizzarlo in tassonomie di diverso genere. Nel secondo troveremo delle analisi molto mature e profonde riguardo ai videogiochi basati su un contesto narrativo. Nel terzo, c’è una sopresa: il titolo è “Rapporti e interrelazioni tra videogioco e altri media”, ma l’autore non ci racconterà la solita storiella di quanto i film abbiano influenzato il videogioco odierno. Anzi, fa il contrario: “analizzare film, serie televisive e narrativa illustrata utilizzando nozioni e modelli appartenenti ai Game Studies è possibile e produce interessanti risultati”. Il quarto ed ultimo capitolo, decisamente impegnativo come argomentazione, riguarda il videogioco come arte ed artefatto culturale, in cui di descrivono la lotta, tutt’ora in corso, per lo statuto artistico e le possibili modalità di preservazione culturale.

 

Estetica dei videogiochi: percorsi, evoluzioni, ibridazioni è un testo che mancava. Offre una panoramica generale sul videogioco come oggetto di studio e prodotto culturale, che può offrire più di uno spunto di riflessione e approfondimento riguardo a determinate tematiche.Il punto più debole dell’opera è il titolo stesso: se non fosse corredato da un sottotitolo, i contenuti proposti al suo interno avrebbero coperto solo una fetta del discorso estetico intorno al videogioco. Un’analisi approfondita sulla direzione di gioco, che comprenda quindi tutti gli elementi interattivi e non interattivi di un’opera videoludica, sarebbe quantomai necessaria per iniziare un discorso a trecentosessanta gradi sull’estetica dei videogiochi.

Ma in mancanza di testi che trattino questo complesso e ben poco studiato argomento, il piacevole saggio di Luca Papale si dimostra un gradito punto di riferimento nel panorama italiano dei Game Studies, da tenere in grande considerazione. 

 

Link IBS: http://www.ibs.it/code/9788865074305/papale-luca/estetica-dei-videogiochi-percorsi.html

Il testo è al momento sprovvisto di un'edizione digitale. Ci auguriamo che l'editore prima o poi rimedi a questa mancanza.

Letto 3134 volte Ultima modifica il Domenica, 25 Agosto 2013 19:01

Potrebbe interessarti anche:

  • Vincino e la Pietas Post Mortem

    Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

  • Se credere di fare controinformazione porta a fare disinformazione

    Negli ultimi due anni a questa parte stiamo assistendo a un evoluzione imprevista dell'informazione e temi che dovrebbero essere a-politici stanno diventando delle carte tornasole della collocazione politica della redazione. Una di queste cartine tornasole è di certo il tema vaccini.

  • Blu cancella i suoi murales, no alla privatizzazione dell'arte

    Riportiamo una dichiarazione di Blu, artista autore di murales memorabili a Bologna ed altre città, riconosciuto anche a livello internazionale. Blu sta cancellando i propri disegni, le proprie opere d'arte, e lo sta facendo perché una fondazione bancaria, presieduta dall'ex rettore dell'università Roversi Monaco, ha deciso di organizzare una mostra sulla street art e vuole utilizzare la sua arte e l'arte dei writer a beneficio di alcuni, invece che a beneficio di tutti.

Commenti   

 
BestDan
0 #6 BestDan 2018-10-29 05:30
I see you don't monetize your page, don't waste
your traffic, you can earn additional bucks every month.

You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all websites),
for more info simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your website
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
MarinaSmall
0 #5 MarinaSmall 2018-02-11 05:33
I have checked your site and i've found some duplicate content, that's why you don't rank high in google's
search results, but there is a tool that can help you to create 100% unique articles, search for:
Boorfe's tips unlimited content
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Michael
0 #4 Michael 2017-12-05 08:13
Nicely put, Cheers!

Have a look at my web site - Michael: https://bucketlist.org/idea/6LiG/ideas-to-assist-properly-deal-with-nervousness/
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
John
0 #3 John 2017-11-30 18:41
Nicely put, Appreciate it!

Also visit my homepage John: https://bucketlist.org/idea/6LiG/ideas-to-assist-properly-deal-with-nervousness/
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
John
0 #2 John 2017-11-20 10:40
With thanks, I enjoy this!

Here is my webpage John: https://bucketlist.org/idea/6LiG/ideas-to-assist-properly-deal-with-nervousness/
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Michael
0 #1 Michael 2017-11-18 12:16
You said this well!

Also visit my web page - Michael: https://bucketlist.org/idea/6LiG/ideas-to-assist-properly-deal-with-nervousness/
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più