Il Bolognino

Martedì, 12 Agosto 2014 22:15

In morte di un personaggio dello show biz

Scritto da  Michele Cosentini

La cosa surreale di quando muore un personaggio (Robin Williams, in questo caso) è che le lacrime dei fans non vengono versate solo sulla sua attività pubblica, ma anche sulle sue qualità personali, come se "Robin" o chi per lui (sì, spesso vengono chiamati per nome) fosse stato un vecchio amico di famiglia.


Dato che, ovviamente, all’infuori di amici e parenti nessuno può conoscere le qualità dell’illustre defunto, i lacrimevoli estimatori restano sul generico: “umanità” è il termine più banale e quindi il più gettonato: “Non era solo bravissimo, era anche una persona molto umana”, “Non dimenticheremo la tua straordinaria umanità. Che la terra ti sia lieve” (altro must intramontabile).

Qui siamo ancora nei pressi di Fantozzi (“com’è umano, lei”) o di Dick Cheney, che elogiava la grande umanità dei soldati americani. Ma la vera perfidia scatta quando si parla di “profonda sensibilità”, visto che la sensibilità è profonda per definizione e che tutti siamo sensibili: è notoria la sensibilità di D’Alema per i suoi cani, per esempio. Poi, certo, disprezza i cittadini; ma questo è un dettaglio, diciamo. Se poi si è certi al 100% che il personaggio non sia un narcotrafficante o un mafioso, si osa un termine un po’ più specifico: “onestà”, "rettitudine”, “rigore”, all’occorrenza mescolati tra loro: “rigorosa rettitudine”, “onesto rigore”, “retta onestà” e così via. Nel caso di un artista, basta usare il termine “poliedrico” e si è a posto. Per gli intellettuali, manco a dirlo, “onestà intellettuale”. E così via.

Infine, se si è pigri, un buon “era una persona con le palle” funge da passe-partout. Le palle non si negano a nessuno: Craxi aveva le palle (secondo Umberto Del Basso De Caro, ex socialista ora nel PD, ne aveva addirittura otto), Andreotti aveva le palle, Cossiga idem, Mussolini non ne parliamo. Se poi sei donna, la definizione vale doppio: “Era una donna con la palle”, si disse alla morte di Margaret Thatcher. Quando morì Syd Barrett, con tristezza comunicai la notizia ad un amico. “E’ morto Syd Barrett”, dissi. E lui: “E chi cazzo è?”. Almeno fu onesto. Anche perché non c'era ancora Facebook.

Letto 1446 volte

Potrebbe interessarti anche:

  • Vincino e la Pietas Post Mortem

    Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

  • Inutili autodafé

    Temo che la normale procedura che si segue dopo aver perso le elezioni, non sia più granché utile. Parlo dell'autodafé, anche detta autocritica. Autocritica invocata in questi giorni dai molti che la chiedono al PD e sopratutto a Renzi, già dimesso. Questi richiedenti autocritica sono proprio da chi non ha votato PD, il che come minimo è strano o sospetto. Sembra che dietro quella di richiesta non ci sia una vera necessità di autocritica, ma piuttosto una voglia molto porcina e inconfessabile di chiedere la pubblica gogna dopo aver finalmente aver scornato il toro.

  • La lontananza tra working class e riformisti in Francia e Italia

    C'è un filo che lega Italia e Francia. Non è solo la comune identità romanza, l'amore per il vino, le belle donne, l'arte e la cultura. Si tratta di una dinamica politica molto simile, dove pare rinascere e riprendere vigore la teoria politica della maggiore possibilità di vittoria se si occupa lo spazio politico detto centro. Macron, da ieri sera il più giovane Presidente della Repubblica Francese, ne è un indizio.

Commenti   

 
FirstBritney
0 #6 FirstBritney 2017-12-25 05:27
I have noticed you don't monetize your website, don't waste your traffic, you
can earn additional cash every month because you've got high quality content.

If you want to know how to make extra bucks, search for: Boorfe's tips best adsense alternative
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
mariodamore
0 #5 mariodamore 2014-08-13 17:20
Ti credo solo perché"persona d'onore sei"!

Grazie :-D
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Paolo Perini
0 #4 Paolo Perini 2014-08-13 17:13
Il webmaster ha provato qualche test sulla sua macchina che però non è un mac e forse lì sta l'inghippo. Comunque penso che col tempo potremo migliorare. Con Win e linux va alla grande secondo le nostre prove. Riprometto di porre attenzione anche agli utenti Mac! Ciao
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
mariodamore
+1 #3 mariodamore 2014-08-13 10:43
Sentitamente,
il mio Browser* ringrazia.

*Chrome 36.0.1985.125 e Firefox 16.0 per Mac 10.8.5, Safari 6.1.5 non fa una grinza.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Paolo Perini
+1 #2 Paolo Perini 2014-08-13 10:33
Ricevuto Mario. Cercherò di far presente il tuo feedback tecnico al webmaster
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
mariodamore
0 #1 mariodamore 2014-08-13 08:15
Concordo! Quanti di chi si lamenta lo conoscevano o si erano solo affezionati a questa o quella parte che aveva interpretato?
Mi hai fatto ricordare la striscia di Zero, ormai rispondo con i suoi fumetti a quasi tutto quello che succede, te la consiglio > http://www.zerocalcare.it/2013/09/23/quando-muore-uno-famoso/

PS: ti prego, fai qualcosa per questo sito, riesce a rallentare la macchine più potenti!!
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più