Il Bolognino

Quel grande contenitore multiforme che andava sotto il nome di Partito Democratico, è imploso proprio ieri, e nel modo meno decoroso possibile. Tuttavia esultare per la disfatta del Pd, è quanto di più cieco e in fin dei conti masochista, si possa fare: dai voti che furono del Pd, molti finiranno altrove. La rabbia miscelata all'emotività degli italiani altro non può produrre se non un ulteriore rafforzamento di Berlusconi, e di Grillo.

L'autodistruzione del Pd è stata dovuta anche al fatto di non aver voluto votare Rodotà e la sua divisività interna, che è stata fatale.

 

Pubblicato in Italia
Martedì, 16 Aprile 2013 14:23

Il Tripartito e la fine del cambiamento


L'Italia è entrata nel quarto anno consecutivo di dura recessione, i giovani non trovano un lavoro dignitoso e il conto corrente delle famiglie si assottiglia sempre di più. Preoccupa lo spread, ma è lo spread morale che dovrebbe preoccuparci di più. Intanto, la politica non va oltre i proclami e gli insulti vicendevoli. Una volta eletti, tutti, compresi gli alfieri del cambiamento, pensano a se stessi e alla poltrona e a come non perderla. Siamo all'immobilismo istituzionale e quindi al conservatorismo dello Status quo, da quasi due mesi, grazie all'inedita situazione politico partitica venutasi a creare dopo le elezioni politiche: il tripartito.

 

Pubblicato in Italia
Lunedì, 08 Aprile 2013 18:43

L’istruzione modello CL

Questo è un viaggio alla scoperta dell'istruzione ideologizzata e clericale di CL, Comunione e Liberazione. Una politica di scuola che è stata fatta propria da parti importanti di tutto l'arco politico e che sta cambiando i connotati dell'istruzione di tutta Italia. Mentre la scuola pubblica viene privata delle più elementari risorse, prospera con fondi e privati e pubblici una scuola privata dove vige l’omologazione culturale e l’autoritarismo pedagogico; una scuola fortemente caratterizzata ideologicamente; che prevede distinte una scuola per poveri e una scuola per ricchi; la scuola della “chiamata diretta” e del “buono scuola” come forma di finanziamento pubblico indiretto: una scuola che nulla ha a che vedere con la scuola della Costituzione. Di questo modello di scuola proponiamo una analisi in questo articolo uscito sul n. 14 della rivista «Gli Asini». E invitiamo i lettori a due firme: una alla petizione proposta dall’Associazione Nonunodimeno per abolire i buoni scuola erogati dalla Regione Lombardia; una all’appello “Bologna riguarda l’Italia” del Comitato Art. 33 per il voto a favore dell’abolizione dei finanziamenti pubblici alle scuole private nel referendum bolognese del 26 maggio.

Pubblicato in Società

A Ferrara, ieri mattina, un gruppo di poliziotti aderenti al sindacato di polizia Coisp, pochi per fortuna – una trentina- hanno indetto una manifestazione a favore dei colleghi assassini, condannati in via definitiva per l'omicidio di Federico Aldrovandi. Hanno deciso di svolgerla, con chiaro intento provocatorio e dileggiatorio, sotto l'ufficio della mamma di Federico, Patrizia Moretti. In pieno centro cittadino. La gravità dell'accaduto mi ha scosso.

 

Pubblicato in Opinioni

Sabato sono stato a Firenze e ho partecipato alla Giornata della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie (anticipato quest’anno il 16 marzo per i 20 anni della strage dei Georgofili, n.d.r.).

Pubblicato in Memoria Collettiva

Stuprarla come punizione per essere ebrea. A tanto può ancora arrivare l'odio politico e raziale della destra fascista in Italia, nel 2013. La notizia fa gelare il sangue, ed è anche peggio se si pensa che a progettare un abominio simile siano ragazzi tra i 18 e I 30 anni, tutti di Casapound Roma e di Blocco studentesco. Tra loro anche una ragazza diciottenne, figlia, guarda caso, di un politico missino. Ma lo stupro non era la sola ignominia di cui erano pronti a macchiarsi: progettavano assalti ad altri ragazzi, di sinistra. Si erano procurati le armi: coltelli, spranghe, caschi, mazze, ed erano pronti a punire chi non la pensa come loro, in un remake della notte dei cristalli. Tra I vari progetti c'era anche bruciare un oreficieria di un esercente romano di origine ebraica. Questo fatto di cronaca dovrebbe far riflettere sopratutto nella giornata della memoria, il 27 gennaio, che ci apprestiamo a vivere.

 

Pubblicato in Società

Vista l'incapacità o la non volontà dei partiti presenti in Parlamento si tornerà a votare con la vecchia legge elettorale, denominata “Porcellum” che permette ai segretari di partito di inserire nelle liste chi più gli aggrada.

Diventa fondamentale perciò trovare un altra via per scegliere democraticamente i propri rappresentanti se non si vuole ripetere lo sfacelo che abbiamo assistito in questi ultimi 5 anni.

Pubblicato in Italia
Domenica, 18 Novembre 2012 21:43

Morte accidentale di un lacrimogeno

Visto che, nonostante le prime analisi tecniche sostengano il contrario, l’opinione pubblica si ostina a credere che sulla folla in fuga siano stati lanciati lacrimogeni dalle finestre del Ministero della Giustizia, attendendo la fine delle indagini cerchiamo di dare il nostro contributo alla verità, esplorando diverse ipotesi.

Pubblicato in Cultura

Nell’immaginario collettivo la scuola privata, di ogni ordine e grado, è la scuola più elitaria e più esclusiva in cui, si suppone, I bambini e ragazzi riceveranno un istruzione di maggiore qualità rispetto alla banale e tanto vituperata scuola pubblica. Pare che questa sia una delle tante leggende metropolitane, o false certezze a cui siamo tutti legati e che non corrisponda alla realtà: le scuole pubbliche italiane preparano meglio delle scuole private o paritarie italiane! A dirlo non è un gruppo di attivisti pro referendum o un sindacato degli insegnanti, bensì una delle istituzioni internazionali che godono di maggior prestigio in Europa e nel mondo, alla quale nessuno imputerebbe mai di essere ideologicamente orientata a favore di qualcosa di vagamente pubblico o socialista: l’Ocse.

Pubblicato in Società

E' scontato leggere sul giornale "Tizio uccide ex moglie" piuttosto che “Donna uccisa dall'ex marito”, come se in fondo la donna fosse di proprietà dell'uomo. Allo stesso modo non capita spesso di sentir parlare di “donne omicide” o di donne che si sono difese arrivando ad uccidere, abituati come siamo all'ideale di innocenza, bontà e infinita pazienza che la figura femminile incarna da secoli.

Pubblicato in Cultura

Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più