Il Bolognino

In questo momento, un anno fa, concluse le festività, Stéphane Charbonnier, direttore e disegnatore del Charlie Hebdo riunì la redazione della rivista satirica presso la sede al numero 10 di Rue Nicolas Appert nell'undicesimo arrondissement parigino. Con lui erano presenti i vignettisti Jean Cabut, Georges Wolinski, Bernard Verlhac e Philippe Honoré, il curatore editoriale Mustapha Ourrad, la giornalista Elsa Cayat, l'economista Bernard Maris, Michel Renaud, Frederic Boisseau che era addetto alla manutenzione. 

Pubblicato in Società
Domenica, 06 Ottobre 2013 19:05

Farmacia e stregoneria

Penso che molti di voi conoscano il fenomeno della persecuzione delle streghe; per quelli che non lo conoscessero (ignoranti! Guardatevi qualche film o serie TV, ce ne sono tante!) facciamo un piccolo riassunto. A partire dal Medioevo e per tutta l’età moderna, in particolare dalla fine del XIV secolo fino alla seconda metà del XVII secolo, in tutta Europa si sviluppò la cosiddetta “caccia alle streghe”, che pose fine alle vite di molte persone, soprattutto donne, attraverso processi senza via di scampo, conclusi da esecuzioni sul rogo o da altre torture. Ma perché si è sviluppata questa paura nei confronti della stregoneria, con delle conseguenze così tragiche?

Pubblicato in Scienze
Sabato, 22 Settembre 2012 21:08

Le parole truffaldine

Ci sono alcune parole che dovrebbero rimandare a dei concetti alti, innovativi, che dovrebbero destare interesse e speranza; proprio per questi motivi sono state sempre più usate a sproposito o meglio, a scopo propagandistico, perdendo perciò il loro significato sono diventate di fatto delle parole truffaldine, cioè delle parole evocative a cui dietro però non c'è un bel niente, nei casi fortunati, o, nei casi sfortuanti si cela l'opposto.
Vediamole, per me sono:

Pubblicato in Cultura

Ancora una volta Twitter sfida i governi per proteggere i propri utenti. Siamo in Aprile di quest'anno quando lo Stato di New York ha aperto una causa nei confronti di Malcolm Harris, attivista di Occupy Wall Street. Il governo ha fatto uso (oserei addirittura dire abuso) di un ordine 2703(d) per costringere l'azienda a comunicare dati e tweet privati dell'account di Harris, @destructuremal. L'imputato, informato della cosa ha rifiutato di concedere i suoi dati (possibilità prevista dalla legge americana), e l'azienda ha rispettato il suo volere.

Pubblicato in Società
Mercoledì, 04 Luglio 2012 16:54

ACTA muore, la democrazia vince.

ACTA è morto. Questa è la frase con cui centinaia di utenti su twitter (e sugli altri social network) oggi festeggiano una vittoria a lungo attesa.

Questa mattina (Mercoledì 4 Luglio) il Parlamento Europeo si è espresso riguardo l'Anti-Counterfeiting Trade Agreement, e il graditissimo risultato è stato un plebiscito di NO: 478 contro, 39 pro, 165 astenuti.

Pubblicato in Società
Venerdì, 13 Aprile 2012 11:23

Diaz, non pulite quel sangue

Ieri sera al cinema Odeon di via Mascarella c'è stata la prima nazionale del film "Diaz, non pulite questo sangue", di Daniele Vicari, vincitore del premio del pubblico al Festival di Berlino 2012. Il film, molto atteso e preventivamente contestato è stato prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci, presenti alla proiezione sia il regista sia il produttore con i quali la proiezione è stata seguita da una discussione, vibrante, sentita, entusiasta.
Il film riapre la ferita mai cucita e solo taciuta delle orribili violazioni da parte di organi dello Stato nei confronti di civili inermi, ma ci ricorda anche tutto l'ambiente di festa, di partecipazione vera, di colore che i manifestanti - venuti da ogni parte del mondo - avevano portato a Genova per chiedere una politica più attenta alla gente e meno rivolta al profitto e al denaro, compreso quello facile, generato dalla finanza speculativa.

Pubblicato in Cultura

Il Bolognino da spazio a una lettera aperta indirizzata ai nostri Senatori, redatta e inviata da Emiliano Galati, nostro collaboratore e cittadino preoccupato per le implicazioni politiche e sociali che l'introduzione in Costituzione del pareggio di bilancio potrebbe comportare. A voi la lettura della sua lettera aperta che la redazione vi chiede di diffondere.

Pubblicato in Opinioni
Giovedì, 01 Marzo 2012 00:00

Crisi del Manifesto, crisi dell'editoria

La crisi de Il Manifesto è sia endogena alla struttura stessa del giornale comunista e legata alla crisi profonda della sinistra italiana, sia esogena ad esso, più ampia e riguarda tutto il mondo dell'editoria italiana. Il Manifesto è nato prima come esperienza politica di critica interna al comunismo italiano e al Partito Comunista italiano di Lucio Magri e Rossana Rossanda e altri, poi è diventato un quotidiano di critica radicale al capitalismo e al consumismo. I problemi interni al quotidiano stesso, sviscerati a Bologna, il 25 febbraio scorso in occasione della nazionale dei circoli de Il Manifesto sono principalmente di ordine economico, ma non solo. Il Manifesto è in rosso, ma non stavolta non parliamo di politica...

 

Pubblicato in Società

Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più