Il Bolognino

Come forse qualcuno di voi saprà, il deputato Alessandro Di Battista – uno dei leaderdel Movimento 5 Stelle – ha deciso di girare l’Italia con uno scooter per spiegare le ragioni del No alla riforma costituzionale. Benissimo diranno alcuni, finalmente si entra nel merito delle questioni. Così potrebbe sembrare, fino a che non si ascolta uno dei comizi del deputato in giro per l’Italia. Trenta minuti pieni zeppi di slogan, di urla, dirisposte populiste e demagogiche e di vere e proprie mezze bugie. Non dimentichiamoci d’altronde che Di Battista era entrato con tutti gli onori nella classifica globale del New York Times sulle bugie più imbarazzanti del 2014.

Giovedì, 10 Marzo 2016 10:39

Primarie all'italiana e primarie Usa

Scritto da

Alta forma di democrazia o elezione di scarsa trasparenza, le primarie sono ormai entrate a far parte della cultura politica italiana, pur essendone un elemento estraneo. Gli euro del Pd a Napoli e il flop clamoroso delle "cliccarie" del M5S, dove 588 attivisti hanno scelto il candidato napoletano del M5S, hanno portato nuova ombra sul senso stesso e sull'utilità di questo strumento di scelta dei candidati.

Gianroberto Casaleggio ha deciso di introdurre un nuovo contratto tra i candidati del Movimento 5 Stelle che si apprestano a concorrere alle elezioni comunali anticipate e lo stesso movimento. La notizia trapelata a fatica nei giorni scorsi, ha avuto scarso seguito, ma è una notizia da approfondire per via delle rilevanti implicazioni politiche che potrebbe determinare un simile contratto se venisse messo in atto. 

8 novembre, in piazza Maggiore a momenti c'erano più bandiere di quanti non fossero i fascio-leghisti, appena poche centinaia contro i quarantamila propagandati dall'ufficio stampa della Lega. Assieme a loro, molti esponenti della destra estrema - appunto fascista - di Casapound, come hanno raccontato le immagini dei molti che sono andati a dare un occhiata alla manifestazione organizzata da Salvini, alla quale hanno partecipato anche Berlusconi e Meloni. 

La riforma del Senato, o più propriamente la riforma Costituzionale voluta dal governo Renzi, progredisce velocemente. Al governo Renzi viene rimproverato di non avere la legittimità di fare una riforma Costituzionale di tale portata perché è un governo non eletto. Tuttavia dal 48 in poi - per la verità anche prima - in Italia il popolo, cioè voi ed io, non abbiamo mai eletto direttamente un governo e tanto meno un presidente del Consiglio dei Ministri.


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più