Il Bolognino

Sabato, 08 Settembre 2012 16:54

Parola ai cittadini: inizia raccolta firme referendum paritarie

Scritto da 
Isabella Cirelli (sx) presidente di nuovo comitato articolo 33 e a (dx) Francesca De Benedetti, portavoce Isabella Cirelli (sx) presidente di nuovo comitato articolo 33 e a (dx) Francesca De Benedetti, portavoce Maurizio Cecconi / Nuovo comitato articolo 33

La notizia è che da oggi è iniziata, in Piazza della Mercanzia, la raccolta firme per ottenere un referendum comunale sui finanziamenti alle scuole private paritarie dell'infanzia: 3 mesi per raccogliere 9 mila firme. La questione riguarda tutti, anche chi come me o come voi ha da tempo finito la scuola dell'obbligo e non ha figli a carico. Il Comune di Bologna spende ogni anno in convenzioni con le scuole private paritarie circa 1 milione di euro. Le scuole paritarie offrono 1700 posti circa, per quanto riguarda la scuola primaria. Per uno sguardo ai quesiti rimandiamo al precedente articolo

 

Il comitato promotore non vuole spingere i bolognesi in una “battaglia ideologica astratta che finirà col creare livore e sarà strumentalizzata all'interno della campagna elettorale”, come ha affermato ieri sera in occasione della presentazione del nuovo quotidiano Pubblico, al Cassero, il nostro primo cittadino Virginio Merola. Il comitato promotore vuole, invece, far scegliere me e voi su una questione fondamentale che non dovrebbe essere oggetto del contendere se si seguisse alla lettera la Costituzione: continuare con il regime delle convenzioni o promuovere la scuola pubblica. In altre parole, i soldi pubblici del comune devo finire in parte a soggetti privati o devono essere elargiti esclusivamente alle scuole comunali o statali, cioè pubbliche, laiche e gratuite?

 

Il quesito pone sul tavolo un problema reale: a Bologna, un tempo patria e faro della buona amministrazione e degli “asili migliori del mondo”, oggi ci sono 326 bambini esclusi dalla scuola primaria comunale per mancanza di posti. 

Il dato non è ufficiale ma ufficioso e si riferisce a giugno. Sempre a giugno risale la dichiarazione di Fism (l'associazione che rappresenta le scuole confessionali a Bologna) di avere 143 posti disponibile presso le proprie strutture, e di poterli estendere ulteriormente (previo pagamento) a 400.

Ecco, questo è il punto. Bologna ha un sistema radicalmente sbagliato. Chi vuole far studiare il proprio figlio alla privata è libero di farlo, ma più spesso succede che chi vuole semplicemente iscrivere suo figlio è costretto dalle circostanze a scegliere la scuola privata perché la pubblica non ha più posto.

Questo è grave e lesivo della libertà di insegnamento, della volontà dei genitori e cittadini e lesivo anche della Costituzione, tanto per cambiare.

Vi starete chiedendo "ma in fondo che cambia se il bambino fa la scuola alla privata piuttosto che alla comunale? Sono sempre scuola". Si, dico io, sono sempre scuola. Ed è vero come ha detto Merola ieri sera che gli le paritarie per ottenere i finanziamenti comunali devono avere orari e strutture con caratteristiche decise dal Comune; ma è falso che la scuola privata paritaria sia identica alla scuola pubblica. La scuola paritaria infatti, ha un proprio progetto educativo, spesso di stampo confessionale; i diplomi da esse rilasciati sono equipollenti a quelli rilasciati dalle scuole pubbliche, ma non uguali. Inoltre il Comune avrebbe dovuto provvedere a fare dei controlli di conformità delle regole, che non svolge più da una decina di anni. Ci sono scuole private paritarie che non hanno ammesso allievi con handicap, anche se nella convenzione sarebbe vietato; c'è una scuola che ha solo sezioni femminili e anche questo sarebbe vietato. Eccetera.

Il sistema delle convenzioni ha circa 20 anni, e puntualmente non è mai riuscito a risolvere il problema dei bambini esclusi, che sta diventando cronico.

 

L'aspetto che meglio fa capire gli orientamenti confessionali del Comune di Bologna è il fatto che per legge un Comune può chiedere allo Stato ulteriori sezioni rispetto a quelle già finanziate; la scadenza per chiedere maggiori sezioni era il 31 marzo scorso, il Comune di Bologna ha presentato la domanda in ritardo, l'8 giugno e pare abbia chiesto solo 5 sezioni in più. Ora, ragioniamo: 5 sezioni significa 5 classi piene; a patto che il Comune non abbia intenzione di fare classi da 100 bambini è evidente che anche la richiesta è inadeguata. Parallelamente è di qualche mese fa l'esternazione dell'assessore all'istruzione Marilena Pillati che ha invitato le scuole private a farsi carico dei bambini in più. Il che, però, significherebbe contestualmente anche un aumento delle risorse pubbliche destinate alle scuole private paritarie. Perciò il Comune di Bologna ha rinunciato all'opportunità di avere l'adeguato numero di classi statali ma chiede ai privati di farsi carico dei bambini. La politica educativa del Comune è perciò spingere le famiglie a scegliere la scuola paritaria, perciò privata, perciò confessionale, cioè cattolica, invece della scuola primaria pubblica, laica e gratuita.

A tal proposito in fondo trovate un file audio in cui, Francesca De Benedetti, portavoce del Comitato Articolo 33, spiega bene questa anomalia.

 

L'ultima chicca, di notevole rilevanza sia politica che informativa, ma di cui tutti i quotidiani bolognesi non hanno parlato, sta proprio nel fatto che il regime di convenzioni è stato più volte posto sotto la lente di ingrandimento e in Comune ci si è proprosti più volte di rivisitarlo. L'ultima idea è stata di fare un tavolo tecnico, a cui - udite udite - assieme ai tecnici del Comune si sono seduti esclusivamente rappresentanti di Fism. Cioè coloro che ricevono i contributi pubblici. Uno strano modo, questo del Comune di Bologna, per essere imparziali, quello di scegliere le regole del gioco con chi queste regole dovrà poi rispettarle.

Si chiama conflitto d'interessi. E anche falsa coscienza del Comune di Bologna, impegnato da anni in quella che potrebbe sembrare una vera e propria presa di posizione in favore della scuola privata e a sfavore della scuola pubblica, laica e gratuita.

 

Qui di seguito diamo nota dei banchetti di raccolta firme organizzati da Comitato articolo 33, al cui sito web vi rimandiamo per ulteriori aggiornamenti:

 

Sabato 8 settembre

Centro storico

Piazza Mercanzia

09 - 13

Sabato 8 settembre

Centro storico

Via Indipendenza 42/A

15 - 19

Sabato 8 settembre

Parco nord

Marciapiede via Stalingrado entrata Festa Unità

19 - 23

Domenica 9 settembre

Centro storico

Piazza Mercanzia

09 - 13

Domenica 9 settembre

Centro storico

Via Indipendenza 42/A

15 -19

Domenica 9 settembre

Parco nord

Marciapiede via Stalingrado entrata Festa Unità

19 - 23

Martedì 11 settembre

Borgo Panigale

Ipercoop CentroBorgo

17 - 20

Mercoledì 12 settembre

Borgo Panigale

Ipercoop CentroBorgo

17 - 20

Giovedì 13 settembre

Borgo Panigale

Ipercoop CentroBorgo

17 - 20

Venerdì 14 settembre

Borgo Panigale

Ipercoop CentroBorgo

17 - 20

Sabato 15 settembre

Parco nord

Marciapiede via Stalingrado entrata Festa Unità

09 - 23

Sabato 15 settembre

Borgo Panigale

Ipercoop CentroBorgo

09 - 20

Sabato 15 settembre

Centro storico

Via Indipendenza 42/A

09 - 13

Domenica 16 settembre

Centro storico

Via Indipendenza 42/A

09 - 13

Domenica 16 settembre

Parco nord

Marciapiede via Stalingrado entrata Festa Unità

19 - 23

Lunedì 17 settembre

Giornata dedicata alle scuole

 

08 -10

Martedì 18 settembre

P.le Aldo Moro

Davanti al Vertice

12 - 14

Mercoledì 19 settembre

P.le Aldo Moro

Davanti al Vertice

12 - 14

Giovedì 20 settembre

P.le Aldo Moro

Davanti al Vertice

12 - 14

Sabato 22 settembre

Centro storico

Via Orefici 6

15 - 20

Sabato 22 settembre

Centro storico

Via Ugo Bassi/ Mercato erbe

09 - 13

Domenica 23 settembre

Centro storico

Via Indipendenza 42/A

09 - 13

Domenica 23 settembre

Centro storico

Via Orefici 6

15 - 19

Sabato 29 settembre

Centro storico

Via Orefici 6

09 - 13

Domenica 30 settembre

Centro storico

Via Orefici 6

15 - 19

Sabato 6 ottobre

Centro storico

P.za Re Enzo ex cinema Arcobaleno

08 - 14

Domenica 7 ottobre

Centro storico

P.za Re Enzo ex cinema Arcobaleno

15 - 19

Sabato 13 ottobre

Centro storico

P.za Re Enzo ex cinema Arcobaleno

09 - 13

Domenica 14 ottobre

Centro storico

P.za Re Enzo ex cinema Arcobaleno

15 - 19

Martedì 16 ottobre 2012

Centro storico

Via D'Azzeglio angolo Carbonesi

15 - 19

 

Letto 2324 volte Ultima modifica il Sabato, 08 Settembre 2012 17:25

Potrebbe interessarti anche:

  • Blu cancella i suoi murales, no alla privatizzazione dell'arte

    Riportiamo una dichiarazione di Blu, artista autore di murales memorabili a Bologna ed altre città, riconosciuto anche a livello internazionale. Blu sta cancellando i propri disegni, le proprie opere d'arte, e lo sta facendo perché una fondazione bancaria, presieduta dall'ex rettore dell'università Roversi Monaco, ha deciso di organizzare una mostra sulla street art e vuole utilizzare la sua arte e l'arte dei writer a beneficio di alcuni, invece che a beneficio di tutti.

  • Ricordando Charlie Hebdo e la laicità, base di ogni convivenza

    In questo momento, un anno fa, concluse le festività, Stéphane Charbonnier, direttore e disegnatore del Charlie Hebdo riunì la redazione della rivista satirica presso la sede al numero 10 di Rue Nicolas Appert nell'undicesimo arrondissement parigino. Con lui erano presenti i vignettisti Jean Cabut, Georges Wolinski, Bernard Verlhac e Philippe Honoré, il curatore editoriale Mustapha Ourrad, la giornalista Elsa Cayat, l'economista Bernard Maris, Michel Renaud, Frederic Boisseau che era addetto alla manutenzione. 

  • 8 novembre 2015: manifestazione leghisto-fascista a Bologna

    8 novembre, in piazza Maggiore a momenti c'erano più bandiere di quanti non fossero i fascio-leghisti, appena poche centinaia contro i quarantamila propagandati dall'ufficio stampa della Lega. Assieme a loro, molti esponenti della destra estrema - appunto fascista - di Casapound, come hanno raccontato le immagini dei molti che sono andati a dare un occhiata alla manifestazione organizzata da Salvini, alla quale hanno partecipato anche Berlusconi e Meloni. 

Commenti   

 
house selling jargon
0 #15 house selling jargon 2017-03-19 20:24
Please let me know if you're looking for a author for your
weblog. You have some really great posts and I feel I would be a good asset.
If you ever want to take some of the load off, I'd absolutely love to write
some articles for your blog in exchange for a link back to
mine. Please blast me an e-mail if interested. Kudos!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
wedding mc review
0 #14 wedding mc review 2017-03-19 17:10
What's Taking place i'm new to this, I stumbled upon this I have found It absolutely helpful and
it has aided me out loads. I'm hoping to contribute & aid other
customers like its helped me. Good job.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
wedding cards
0 #13 wedding cards 2017-03-19 03:35
Keep this going please, great job!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
tea party games
0 #12 tea party games 2017-03-18 22:27
Nice replies in return of this issue with real arguments and explaining the whole thing concerning that.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
tea party ideas
0 #11 tea party ideas 2017-03-15 05:53
Some really fantastic posts on this web site, thank you for contribution.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
wedding venue
0 #10 wedding venue 2017-03-14 19:49
Thank you for the auspicious writeup. It in fact
was a amusement account it. Look advanced to far added agreeable from you!

However, how can we communicate?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
purchasing wedding
0 #9 purchasing wedding 2017-03-14 16:28
I love your writing style genuinely loving this web site.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
wedding venue
0 #8 wedding venue 2017-03-14 13:24
Hi to every body, it's my first visit of this website; this
blog contains remarkable and truly good stuff designed for visitors.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
refresh ballroom
0 #7 refresh ballroom 2017-03-13 23:05
I have been browsing online more than 3 hours today,
yet I never found any interesting article like yours. It's pretty worth enough for me.
Personally, if all web owners and bloggers made good content as you did, the web will be much more useful than ever before.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Roman
0 #6 Roman 2017-02-21 14:27
Hey I know this is off topic but I was wondering if
you knew of any widgets I could add to my blog that automatically tweet my newest twitter updates.
I've been looking for a plug-in like this for quite some
time and was hoping maybe you would have some experience with something like this.

Please let me know if you run into anything.
I truly enjoy reading your blog and I look forward to your new updates.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più