Il Bolognino

Lunedì, 01 Ottobre 2012 11:11

Colata di cemento minaccia il centro trasmissioni di Guglielmo Marconi

Scritto da 
il centro di trasmissione di Budrio il centro di trasmissione di Budrio crediti di www.radiomarconi.com

Cancellare la storia della radiofonia e un altro pezzo di campagna, per costruirci sopra un centro commerciale. Sembra essere questo il destino dell'area del comparto D3-10. Il progetto è stato approvato dalla Giunta, e minaccia l'area su cui si trova un importantissima costruzione per la storia della provincia di Bologna: il cento di trasmissione da cui Guglielmo Marconi, inventore della radio, lanciò il suo primo progetto a onde medie.

L'area edificabile ha una superficie complessiva edificabile di 119.453 mq, di cui 83.887 mq ad uso produttivo e 35.566 mq ad uso terziario/commerciale. Il progetto prevede la realizzazione di un centro commerciale, l'ennesimo, di 25.000 mq. La superficie di vendita alimentare è di 3.500 mq, la non alimentare è di 10.000 mq. E’ previsto un parcheggio privato di circa 32.000 mq. L'area in questione, dopo gli esperimenti di trasmissione radio dello scienziato Guglielmo Marconi divenne un centro trasmittente della Rai ad onde medie, ora in disuso, quest'anno è stata anche tolta la storica antenna. Il luogo risulta recintato dal 1936 e all'interno s'è creata una specie di oasi protetta per animali e volatili di ogni specie che vi hanno trovato rifugio, inoltre nell'area ci sono alberi di oltre 60 anni, che verrebbero tagliati. Le caratteristiche della zona quindi sono tali da ritenerla zona d'interesse culturale, scientifico e anche naturalistico, ma le sopraintendenze non sembrano accorgersene.

 

E' opportuno precisare che il testo unico sui beni culturali (D. Lgs. n. 42/2004), all'articolo 2, recita "Sono beni culturali le cose immobili e mobili che, ai sensi degli articoli 10 e 11, presentano interesse artistico, storico, archeologico, etnoantropologico, archivistico e bibliografico e le altre cose individuate dalla legge o in base alla legge quali testimonianze aventi valore di civiltà."
Un gruppo di cittadini fa notare come “in base alla attuale giurisprudenza, tutti gli edifici pubblici che hanno superato i 70 anni di età sono considerati vincolati anche se non compresi negli elenchi; sempre il D. Lgs. n. 42/2004 (comma 1 dell'articolo 12) prevede per tutti gli edifici pubblici con più di 70 anni una necessaria verifica di interesse storico-culturale da parte della Soprintendenza dei beni artistici ed architettonici, “cosa che – affermano - nel caso del centro trasmittente di Budrio non era stata fatta e viene fatta ora!”. I 120 giorni utili per la chiusura del procedimento e la formalizzazione della dichiarazione di interesse decorrono di norma dal giorno di ricevimento della raccomandata della Soprintendenza Beni Artistici e Paesaggistici con la quale è stato formalmente comunicato l'avvio del procedimento. In questo caso la Soprintendenza ha però inviato alla proprietà la stessa nota raccomandata del 02/08/2012 anche via fax, ed infatti la proprietà già il 3 agosto ha chiesto l'accesso agli atti. Non si sa se tale tardiva iniziativa potrà fermare la colata di cemento.

 

L'ex centro trasmittente di Budrio, voluto da Guglielmo Marconi e a lui intitolato, rischia di sparire per sempre. A Bologna la prima broadcasting ad onda media, progettata e curata personalmente dall'Inventore della radio, fu inaugurata il 9 Agosto del lontano 1936. All'interno vi erano trasmettitori costruiti dalla Marconi di Genova. Il centro doveva diventare un Centro di studi e di scienze, in special modo nel campo della radio: lo avevano perorato il prof. Quirino Majorana, il prof. Giuseppe Sartori, l'ing. Aldo Righi e il comm. Bruno Cavalieri Ducati.

 

Pare si voglia distruggere tutto questo e coprire con altro cemento ettari di campagna, come se l'hinterland bolognese non fosse già abbastanza densamente costruito, e come se, per giunta, di Guglielmo Marconi ne nascesse uno tutti i giorni. Ci auguriamo che ci sia un ripensamento da parte dell'amministrazione comunale e provinciale, nonché un interesse da parte delle sovrintendenze coinvolte, altrimenti sarà l'ennesimo vittoria della speculazione edilizia sull'ambiente e questa volta, anche sulla memoria storica.

 

 

 

Letto 2940 volte

Potrebbe interessarti anche:

  • Il buco dell'ozono si sta richiudendo?
  • Referendum No Triv 17 Aprile. Una riflessione

    Come saprete il prossimo 17 Aprile saremo chiamati alle urne per decidere del famoso referendum "No Triv". Come redazione abbiamo deciso di copiarvi la riflessione/sfogo di Marco Cattaneo su Facebook, che riteniamo più completa e pungente di qualsiasi analisi avremmo mai potuto proporvi. Marco Cattaneo è un medico, celebre per il suo impegno sui social network e nella professione contro la falsa scienza e le bufale. Buona lettura.

  • Sprecare meno per nutrire tutti

    Un terzo del cibo prodotto al mondo, circa 1.3 miliardi di tonnellate l’anno, va perso nel trasporto e nella lavorazione o buttato. È quanto emerge dai dati della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.

Commenti   

 
BitCoin Boost
0 #3 BitCoin Boost 2019-01-18 18:34
You can certainly see your enthusiasm in the work you write.
The sector hopes for even more passionate writers such as
you who aren't afraid to mention how they believe. All the time follow your heart.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
BestTravis
0 #2 BestTravis 2018-10-27 14:37
I see you don't monetize your blog, don't waste your traffic, you can earn extra bucks every
month. You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all websites), for more details simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your
website
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
female cialis does
0 #1 female cialis does 2014-06-22 02:27
I'd like to thank you for the efforts you have put in writing this blog.
I really hope to see the same high-grade blog posts from you in the future as well.

In fact, your creative writing abilities has motivated me to get my own site now ;)

my website: female cialis does
it work: http://edhealthnyc.com/
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più