Il Bolognino

Mercoledì, 03 Ottobre 2012 22:08

Almanacco - Ottobre

Scritto da 
Il disastro del Vajont Il disastro del Vajont wiki commons
  • 3 ottobre 1987, Cesena: durante una sparatoria sull'autostrada A14, tre agenti che scortano il commerciante Savino Grossi, rimangono feriti. ANTONIO MOSCA morirà il 29/7/1989 (prima vittima della Uno bianca).

 

  • 6 ottobre 1990, Bologna: davanti alla sede di Coop Costruzioni la banda della Uno bianca uccide PRIMO ZECCHI, che attendeva la moglie e la figlia di ritorno da una gitasociale.

 

 

  • 7 ottobre 1986, Palermo: un bambino di 11 anni, CLAUDIO DOMINO, viene ammazzato da un killer in moto; aveva visto confezionare dosi di eroina.

  • 7 ottobre 1993, Riale (BO): durante una rapina in banca, la banda della Uno bianca uccide l'elettrauto CARLO POLI.

 

  • 8 ottobre 2001, LINATE(MI): una collisione tra aerei provoca la morte di 118 persone.

 

  • 9 ottobre 1963, Longarone (BL): disastro del VAJONT (una frana sulla diga del Vajont provoca un'esondazione d'acqua riversandosi nella valle del Piave: 1.917 vittime).

 

  • 10 ottobre 1978, Roma: le Brigate Rosse uccidono il magistrato GIROLAMO TARTAGLIONE.

 

  • 11 ottobre 1983, Maddaloni (CE): ucciso FRANCO IMPOSIMATO, fratello del magistrato Ferdinando, che indagava sui rapporti tra la banda della Magliana e Cosa nostra: vendetta trasversale compiuta da camorristi su mandato di Pippo Calò.

 

  • 12 ottobre 1944, Bologna: bombardamento alleato del campo di internamento di CASERME ROSSE, “il lager di Bologna”. 

 

  • 13 ottobre, Bologna: ricordo di tutte le vittime della banda della Uno bianca

 

  • 16 ottobre 2005, Locri (RC): la 'ndrangheta uccide FRANCESCO FORTUGNO, vicepresidente del consiglio regionale della Calabria, ex sindaco di Locri. Gli sparano 5 colpi di pistola all'interno del seggio in cui si svolgevano le primarie nazionali del centrosinistra (“L'Unione”).

 

  • 20 ottobre 1974, Lamezia Terme (CZ): un gruppo di squadristi uccide l'operaio comunista SERGIO ADELCHI AGRADA.

 

  • 21 ottobre 1981, Acilia (RM): un commando Nar guidato da Francesca Mambro uccide il capitano della Digos FRANCESCO STRAULLUe l'agente CIRIACO DI ROMA.

 

  • 22 ottobre 2009, Roma: dopo essere stato arrestato, muore in seguito a percosse e mancanza di cure il giovane STEFANO CUCCHI (processo in corso).

 

  • 27 ottobre 1962, Bascapè (PV): in seguito ad un sabotaggio, muore in un incidente aereo il presidente dell'Eni ENRICO MATTEI

  • 27 ottobre 1972, Ragusa: Roberto Campria, figlio del presidente del Tribunale di Ragusa, uccide a colpi di pistola il giornalista d'inchiesta GIOVANNI SPAMPINATO

 

  • 29 ottobre 1949, Melissa (KR): durante un'occupazione di terre incolte la polizia uccide i contadini GIOVANNI ZITO, ANGELINA MAURO e FRANCESCO NIGRO.

Letto 1703 volte Ultima modifica il Mercoledì, 03 Ottobre 2012 22:37

Potrebbe interessarti anche:

  • 2 agosto: se i ragazzi pensano che la bomba l'ha messa le Br

    Chi controlla il passato, controlla il futuro. Ce ne siamo accorti ieri, 34 esima anno dallo scoppio della bomba alla stazione dei treni di Bologna, macabro anniversario della strage più sanguinosa della storia repubblicana. La strage di matrice fascista, nelle interviste a ignari (ignavi?) giovani bolognesi si trasforma, e diventa un strage delle Br: "perché mi pare che i terroristi fossero delle Br".

  • La mappa delle epidemie provocate dal movimento anti - vaccinazioni

    Le vaccinazioni sono uno dei più incredibili aspetti della moderna medicina. Possono far sparire malattie letali dalla società e salvare moltissime vite. C'è tuttavia, una possibilità che i vaccini funzionino troppo bene e la nostra memoria sia troppo corta per ricordare i devastanti effetti che alcune di queste malattie hanno causato solo una decina di decadi fa. Recentemente, per motivi non legati alla scienza o alla logica, molti genitori hanno rifiutato di vaccinare i propri figli. Questo comportamento ha causato il riemergere di epidemie, facili da gestire. Il Consiglio per le Relazioni con l'Estero (l'equivalente USA del nostro centro emergenze del Ministero degli Esteri n.d.r) ha pubblicato una mappa interattiva e dettagliata dei catastrofici risultati di queste scelte di corto respiro.

     

  • Priebke: "non mi pento di nulla"

    Erick Priebke nell'ultimo insulto prima della sua morte, ha minimizzato i campi di concentramento e le responsabilità del nazismo, affermando, se mai ce ne fosse stato il dubbio, di "non essersi mai pentito di ciò che ha fatto". Il tutto nel suo testamento.

    Priebke, morto a Roma ieri, 11 ottobre, è stato il gerarca nazista colpevole di aver ucciso per pura ritorsione centinaia di italiani nelle Fosse Ardeatine seguendo solertemente gli ordini folli che volevano che un nazista ucciso valesse almeno la morte di dieci italiani innocenti.

Commenti   

 
EllIntick
0 #1 EllIntick 2019-08-21 15:03
Kamagra 100mg Generic Viagra For Sale Free Shipping Clobetasol Internet Amoxicillin Stomach tadalafil cialis from india: http://cialisong.com Achat Kamagra 100mg
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più