Il Bolognino

Domenica, 28 Ottobre 2012 11:12

Lo striscione ingiurioso e Silvia Noé: la banalità del pensiero comune

Scritto da  Paolo Soglia
Lo striscione ingiurioso e Silvia Noé: la banalità del pensiero comune Lo striscione rielaborato in chiave satirica dal Cassero

Leggo con stupefatta incredulità le dichiarazioni di oggi sul Corriere di Bologna di Silvia Noè. La consigliera regionale UDC, chiamata a commentare la provocazione di Forza Nuova, alla richiesta di mandare un messaggio al Cassero afferma candidamente che: "Ci sono molte persone intelligenti lì, come credo che ce ne siano anche dentro Forza Nuova, non capisco che senso abbia alzare i toni...",

 

Dunque per Noè le associazioni che si battono per il riconoscimento e la difesa dei diritti civili e le formazioni neofasciste pari sono.

 

Per lei è un problema di intelligenza individuale, le sfuggono completamente le conseguenze nefaste sul piano politico e culturale che una simile dichiarazione comporta. D'altronde, fosse solo un problema di intelligenza, anche nel Terzo Reich ve ne erano di sopraffine: non si costruisce un'ideologia che si prefigge di assoggettare il mondo mettendo assieme quattro babbei, nè tantomeno si persegue una logica criminale di sterminio con straordinaria efficienza senza avere una solida preparazione e una mente sveglia. Il problema di Noè, molto simile a quello dell'indimenticata assessora Lazzaroni che in radio ci confidò candidamente di essere pronta a dare una sede pubblica a Casapound, è di struttura mentale.

 

Per loro tutti i soggetti della scena sociale e politica sono identici, sono meri portatori di "istanze" (e di voti...) e vengono semplicemente distinti sulla base dell'iniziativa di turno, guardata di volta in volta con occhio spento e valutata solo in base alla conformità, o meno, alle proprie convenienze o convinzioni. E’ il frutto più avvelenato lasciato in dono dal ventennio berlusconiano, un frutto che ha lasciato semi su tutto il terreno, sia alla sua destra che alla sua sinistra. Il congedo dell’anziano Cavaliere in declino è cosa ormai fatta, la bonifica del terreno e la rifertilizzazione delle menti sarà impresa assai più lunga e laboriosa.

Letto 4169 volte

Potrebbe interessarti anche:

  • I risultati tedeschi e gli Stati Uniti d'Europa che si allontanano

    Lunedì 25 settembre 2017 l'Europa è scossa dal risultato delle elezioni tedesche, svoltesi il giorno prima, in cui la Cancelliera uscente Merkel ha ri-ottenuto per la quarta volta consecutiva il mandato, ma i consensi al suo partito, la CDU, sono calati nonostante la floridità economica tedesca, e si è avuta una decisa affermazione di AFD, partito di ispirazione nazionalsocialista, con il 12,6% dei voti.

  • La lontananza tra working class e riformisti in Francia e Italia

    C'è un filo che lega Italia e Francia. Non è solo la comune identità romanza, l'amore per il vino, le belle donne, l'arte e la cultura. Si tratta di una dinamica politica molto simile, dove pare rinascere e riprendere vigore la teoria politica della maggiore possibilità di vittoria se si occupa lo spazio politico detto centro. Macron, da ieri sera il più giovane Presidente della Repubblica Francese, ne è un indizio.

  • Tra austerity e populismo, la grande sfida dei socialisti democratici europei

    Il Weltanschauung o spirito del tempo dell’Europa di oggi è stato testimoniato dalle elezioni olandesi, dove a un blocco anti-Europeo e populista, ormai presente in tutti gli Stati d’Europa si contrappone una destra pro-europeista, pro-austerity e pro-Merkel/BCE.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • I risultati tedeschi e gli Stati Uniti d'Europa che si allontanano
    Scritto da

    Lunedì 25 settembre 2017 l'Europa è scossa dal risultato delle elezioni tedesche, svoltesi il giorno prima, in cui la Cancelliera uscente Merkel ha ri-ottenuto per la quarta volta consecutiva il mandato, ma i consensi al suo partito, la CDU, sono calati nonostante la floridità economica tedesca, e si è avuta una decisa affermazione di AFD, partito di i ...

    Lunedì, 25 Settembre 2017 17:23 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più