Il Bolognino

Mercoledì, 20 Marzo 2013 12:17

Il 21 marzo ricordiamo anche le vittime dello Stato

Scritto da 

Sabato sono stato a Firenze e ho partecipato alla Giornata della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie (anticipato quest’anno il 16 marzo per i 20 anni della strage dei Georgofili, n.d.r.).

 

Una manifestazione ormai maggiorenne: da diciotto anni, ogni 21 marzo, l’organizzazione guidata da Luigi Ciotti coinvolge migliaia di cittadini in questo appuntamento (a Bologna in piazza Verdi alle 9) stringendo in un affettuoso abbraccio collettivo i familiari delle vittime. E urlando, anche a loro nome, due parole da sempre calpestate: verità e giustizia.

 

Ho molto apprezzato l’idea di ricordare anche i nomi delle 33 vittime del disastro ferroviario di Viareggio (29 giugno 2009), sebbene non si tratti di vittime di mafia. Specie in un paese senza memoria, è giusto utilizzare ogni occasione per divulgare la conoscenza delle tragedie che ne hanno segnato e condizionato la storia. Ricordando, ad alta voce, nomi e volti di vittime troppo spesso oltraggiate: dall’oblio; dalle verità negate; da una giustizia monca o parziale; dalla vergogna di trasversali ossequi al senatore a vita Giulio Andreotti che, assieme al presidente emerito che amava i “gladiatori” Francesco Cossiga, ha la responsabilità politica e morale di gran parte degli eccidi in nome dell’oltranzismo atlantico; dal degrado di vedere ancora oggi, tra gli eletti, amici e complici del fascista-massone-depistatore Licio Gelli.

 

Dal 2007, ogni 9 maggio al Quirinale si celebra la memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi. Indagini giudiziarie, sentenze e ricerche storiche hanno ormai dimostrato che criminalità organizzate, massonerie e gruppi eversivi hanno spesso condiviso strategie ed azioni finalizzate alla distruzione della democrazia.

Pertanto penso che anche i nomi e i cognomi di chi ha perso la vita nelle stragi di matrice (in parte o del tutto) terroristica, meritino di essere letti e ri-conosciuti. Eccone alcuni:

 

  GIOVANNI ARNOLDI

 

GIULIO CHINA

 

EUGENIO CORSINI

 

PIETRO DENDENA

 

CARLO GAIANI

 

CALOGERO GALATIOTO

 

CARLO GARAVAGLIA

 

PAOLO GERLI

 

LUIGI MELONI

 

VITTORIO MOCCHI

 

GEROLAMO PAPETTI

 

MARIO PASI

 

CARLO PEREGO

 

ORESTE SANGALLI

 

ANGELO SCAGLIA

 

CARLO SILVA

 

ATTILIO VALÈ

 

(Piazza Fontana, 12 dicembre 1969)

 

*

 

FRANCO DONGIOVANNI

 

ANTONIO FERRARO

 

DONATO POVEROMO

 

(Peteano, 31 maggio 1972)

 

*

 

GABRIELLA BORTOLON

 

FEDERICO MASARIN

 

GIUSEPPE PANZINO

 

FELICIA BARTOLOZZI SAIA

 

(Questura di Milano, 17 maggio 1973)

 

*

 

GIULIETTA BANZI BAZOLI

 

LIVIA BOTTARDI MILANI

 

EUPLO NATALI

 

LUIGI PINTO

 

BARTOLOMEO TALENTI

 

ALBERTO TREBESCHI

 

CLEMENTINA CALZARI TREBESCHI

 

VITTORIO ZAMBARDA

 

(Piazza della Loggia, 28 maggio 1974)

 

*

 

NICOLA BUFFI

 

ELENA CELLI

 

ELENA DONATINI

 

TSUGUFUMI FUKUDA

 

RAFFAELLA GAROSI

 

WILHELMUS J. HANEMA

 

HERBERT KONTRINER

 

ANTIDIO MEDAGLIA

 

MARCO RUSSO

 

NUNZIO RUSSO

 

MARIA SANTINA CARRARO in RUSSO

 

SILVER SIROTTI

 

(Italicus, 4 agosto 1974)

 

*

 

RAFFAELE IOZZINO

 

ORESTE LEONARDI

 

DOMENICO RICCI

 

GIULIO RIVERA

 

FRANCESCO ZIZZI

 

(Via Fani, 16 marzo 1978)

 

*

 

ALDO MORO

 

(9 maggio 1978)

 

*

 

ANTONELLA CECI

ANGELA MARINO

LEO LUCA MARINO

DOMENICA MARINO

ERRICA FRIGERIO in DIOMEDE FRESA

VITO DIOMEDE FRESA

CESARE FRANCESCO DIOMEDE FRESA

ANNA MARIA BOSIO in MAURI

CARLO MAURI

LUCA MAURI

ECKHARDT MADER

MARGRET ROHRS in MADER

KAI MADER

SONIA BURRI

PATRIZIA MESSINEO

SILVANA SERRAVALLI in BARBERA

MANUELA GALLON

NATALIA AGOSTINI in GALLON

MARIA ANTONELLA TROLESE

ANNA MARIA SALVAGNINI in TROLESE

ROBERTO DE MARCHI

ELISABETTA MANEA ved. DE MARCHI

ELEONORA GERACI in VACCARO

VITTORIO VACCARO

VELIA CARLI in LAURO

SALVATORE LAURO

PAOLO ZECCHI

VIVIANA BUGAMELLI in ZECCHI

CATHERINE HELEN MITCHELL

JOHN ANDREI KOLPINSKI

ANGELA FRESU

MARIA FRESU

LOREDANA MOLINA in SACRATI

ANGELICA TARSI

KATIA BERTASI

MIRELLA FORNASARI

EURIDIA BERGIANTI

NILLA NATALI

FRANCA DALL’OLIO

RITA VERDE

FLAVIA CASADEI

GIUSEPPE PATRUNO

ROSSELLA MARCEDDU

DAVIDE CAPRIOLI

VITO ALES

IWAO SEKIGUCHI

BRIGITTE DROUHARD

ROBERTO PROCELLI

MAURO ALGANON

MARIA ANGELA MARANGON

VERDIANA BIVONA

FRANCESCO GOMEZ MARTINEZ

MAURO DI VITTORIO

SERGIO SECCI

ROBERTO GAIOLA

ANGELO PRIORE

ONOFRIO ZAPPALÀ

PIO CARMINE REMOLLINO

GAETANO RODA

ANTONIO DI PAOLA

MIRCO CASTELLARO

NAZZARENO BASSO

VINCENZO PETTENI

SALVATORE SEMINARA

CARLA GOZZI

UMBERTO LUGLI

FAUSTO VENTURI

ARGEO BONORA

FRANCESCO BETTI

MARIO SICA

PIER FRANCESCO LAURENTI

PAOLINO BIANCHI

VINCENZINA SALA in ZANETTI

BERTA EBNER

VINCENZO LANCONELLI

LINA FERRETTI in MANNOCCI

ROMEO RUOZI

 

AMORVENO MARZAGALLI

ANTONIO FRANCESCO LASCALA

ROSINA BARBARO in MONTANI

IRENE BRETON in BOUDOUBAN

PIETRO GALASSI

LIDIA OLLA in CARDILLO

MARIA IDRIA AVATI

ANTONIO MONTANARI

 

(Stazione di Bologna, 2 agosto 1980)




tratto dal blog su Il Fatto Quotidiano E.R. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/20/21-marzo-ricordiamo-anche-vittime-dello-stato/536028/

Letto 2403 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Marzo 2013 16:00

Potrebbe interessarti anche:

  • Nessuna Immacolata in uno Stato Laico

    L'Immacolata concezione è una delle tante fake news (balle) delle religioni e una delle più ingiuste feste cristiane, a mio modo di vedere. Infatti in quanto mammiferi non possiamo concepire senza prima avere fatto sesso: siamo animali e gli animali si riproducono così. Non siamo piante che si riproducono anche per talea (e non solo).

  • Vincino e la Pietas Post Mortem

    Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

  • Stupro: se l'informazione segue la facile indignazione

    E' di questi giorni la notizia che la Corte Costituzionale avrebbe, in una sua sentenza, riconosciuto che se la vittima di uno stupro si è precedentemente ubriacata, allora lo stupro è senza aggravante. La notizia ha ovviamente destato grande indignazione sul web. Per fortuna però, la notizia ha distorto il contenuto della sentenza. Purtroppo la notizia distorta è stata ripresa indistintamente da molte testate nazionali, anche di comprovata serietà. Ma vediamo di cosa si tratta effettivamente.

Commenti   

 
DarioBig
0 #3 DarioBig 2018-12-12 23:52
Hello. I have checked your ilbolognino.inf o and i see you've got some duplicate content so probably it is the reason that you don't rank
high in google. But you can fix this issue fast. There is a tool
that generates content like human, just search in google:
miftolo's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
BestNadia
0 #2 BestNadia 2018-11-18 19:18
I see you don't monetize your page, don't waste your traffic, you can earn extra bucks every month.
You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all
websites), for more info simply search in gooogle:
boorfe's tips monetize your website
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
RussellJuicy
0 #1 RussellJuicy 2018-10-17 18:07
Hi. I see that you don't update your blog too often. I know that writing posts is time consuming and boring.
But did you know that there is a tool that allows you to
create new articles using existing content (from article directories
or other blogs from your niche)? And it does it very well.
The new posts are high quality and pass the copyscape test.
Search in google and try: miftolo's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più