Il Bolognino

Domenica, 09 Febbraio 2014 10:35

Euroconvinti, euroscettici o eurocontrari alle prossime elezioni europee

Scritto da 

L'Europa ha deluso, o sarebbe meglio dire questa Europa ha deluso. Si avvicinano le elezioni Europee, le prime in Italia in cui al centro del dibattito sembra fare capolino il tema Europa e le scelte europee dei partiti politici europei di cui anche i partiti politici italiani fanno parte, più che un sterile esercizio di misurazione consenso, che le europee sono state finora.


Euroscettici per scelta elettorale


Si preannuncia quindi un parlamento Ue pieno di euroscettici, con l'Italia a fare la parte del leone, con Pdl /FI - euroscettici per opportunismo elettorale, ma che rappresentano infatti un idea di potere molto più simile a quello delle dittature sudamericane che non all'idea occidentale ed europea di potere -; ci sono poi gli amici del M5S che su internet hanno appreso che l'Europa sia governata da banchieri ebrei e probabilmente aderenti tutti a qualche setta massonica che controlla tutto e tutti grazie alle ingenti somme ricavate dal signoraggio della Bce. Ovviamente, l'ho messa un po' in burletta, ma c'è veramente chi crede a queste fantasie.

 

Gli eurocontrari per ideologia


Non è finita qui, sempre analizzando il quadro italiano nei confronti delle prossime elezioni europee, notiamo gli euroscettici della prima ora, cioè i leghisti, che combattono l'Europa per scelta ideologica, anche perché con un Europa dei popoli che senso avrebbero le piccole rivendicazioni territoriali di una Padania inesistente e mai realmente esistita? Altri atavici oppositori dell'Europa sono i partiti di ispirazioni fascista /neonazista, che ultimamente, grazie alle scelte sbagliate fatte anche in sede europea stanno riprendendo molti consensi. I partiti di ispirazione fascista sono contrari all'Europa per le ragioni diametralmente opposte a quella della Lega Nord, e cioè perché l'Europa tenderà a ridurre sempre più il potere di cogenza dei singoli stati per delegare sempre più potere a un organo centrale, il che ideologicamente è cicuta per chi come loro fa del nazionalismo una ragione d'essere.

 

L'euroscetticismo costruttivo


Tuttavia si sottovaluta un altro tipo di euroscetticismo, quello di tipo costruttivo, quello delle sinistra europee, che cresce in tutti i paesi europei, tranne che in Italia e in Polonia. Questo tipo di euroscetticismo, a differenza di quelli sopra citati non vuole fermare il processo di integrazione europea ma vorrebbe avere un altra Europa, un Europa diversa da quella attuale, lontana dalle banche e vicina ai popoli. Concretamente questa visione alternativa di Europa ha poco credito presso l'opinione pubblica europea, che si divide quasi equamente in euroconvinti ed euroscettici a priori. Nessuno dei maggiori partiti europei pensa infatti che ci sia spazio per ricominciare tutto da capo, e reimpostare l'Europa su basi comuni e non sulla moneta e sulle imposizioni di Strasburdo e Bce sul rispetto dei parametri macroeconomici del 3% di deficit e 60% di debito pubblico.

 

L'assurdità di un Europa costruita sui vincoli di bilancio e sulla moneta unica


Ultimamente s'è scoperto che le due cifre che stanno governando l'Europa sopracitate, e che hanno causato morti e feriti nelle finanze pubbliche di molti paesi incluso il nostro, e che hanno fatto la prima vittima sacrificale, la Grecia, altro non sono che delle cifre inventate a caso, da un oscuro e banale impiegato francese, che scelse il 3 perché numero sacro e rappresentante la Trinità, e il sessanta di debito, "perché il sessanta è un buon numero".

Ci sarebbe di che urlare e strapparsi i capelli. Abbiamo costruito un Europa di ristrettezze e di cecità perché si sono scelte a caso delle cifre a cui attenersi? Sembra proprio di si.

Come già ho espresso anche in passato, infatti, i famosi limiti imposti per la stabilità sono una buffonata, semplicemente perché ce li siamo autoimposti, e anche se si sforassero non succederebbe nulla di catastrofico - a patto che i soldi impiegati fossero impiegati per aumentare la competitività del sistema Paese e non per gli stipendi dei manager pubblici o per pagare tangenti.

 

La moneta unica catalizza ancor più ferocemente gli animi degli europei in due schieramenti, di quanto faccia la politica, che come abbiamo visto ha almeno tre atteggiamenti distinti nei confronti dell'Europa. Indubbio è comunque, che l'aver scelto di costruire prima una moneta comune è stata una scelta ideologica di stampo liberista non solo deludente ma anche masochista dal punto di vista macroenomico.

 

Tuttavia non mi sfugge che a giochi fatti non sia possibile uscire dall'Euro. Significherebbe attirare sulla nazione uscente tutte le mire speculative della finanza internazionale; l'alternativa per non farsi mangiare vivi dalla speculazione potrebbe essere l'autarchia. Su stile Cuba o Italia anni 30, ma avrebbe inevitabilmente un sapore di passato, non di futuro.

 

La domanda fondammentale


Mi sembra perciò fondammentale chiedersi quale euroscetticismo è quello vicino ai cittadini e può migliorare questa Europa senza causare danni irreparabili. La domanda pare retorica se non addirittura fuorviante per chi è un euroconvinto, o comunque poco interessante.

Invece è una domanda centrale per il futuro dell'Europa e quindi per il futuro dei singoli stati, perciò anche per il nostro futuro di cittadini europei.

Se dovessero vincere gli eurocontrari fascio/neonazi sarebbe un disastro, non solo dal punto di vista della politica europea, e questo mi pare scontato. Se dovessero vincere o ingrossarsi le fila degli euroscettici simili ai nostri pentastellati, probabilmente si finirebbe col perdere tempo e basta, semplicemente perché è più facile che crollino gli stati piuttosto che la finanza internazionale e il meccanismo della Bce.

Alternativamente dovessero vincere gli euroscettici per puro calcolo elettoralistico, come il Pdl /FI, si distruggerebbero le Istituzioni europee, così difficilmente costruite a suon di denari pubblici, senza ottenere il benché minimo beneficio per i cittadini europei.

 

Vinceranno ancora gli euroconvinti del PPE e del PSE


Non ci serve comunque la palla di cristallo per sapere chi vincerà. Vinceranno ancora gli euroconvinti del Partito Popolare Europeo, convinto a far rimanere l'Europa per sempre una macchina inutile e costosa, come lo è ora, e guidato da una Merkel che tutto ha fatto per rendere l'Europa una "longa manus" della Germania, favorendo delle scelte che indebolissero ulteriormente i paesi mediterranei più deboli e arricchissero il motore dell'Europa, accrescendo perciò le disparità tra stati, invece che ridurli, e perciò creando un Europa totalmente opposta da quella sognata dai padri fondatori dell'Europa, Altiero Spinelli, Konrad Adenauer, Rober Shumann e in misura minore Alcide Degasperi e Joseph Bech e Jean Monnet.

Il partito del socialismo europeo (PSE) è da tempo il grande malato d'Europa; forse perché i partiti che ne fanno parte non sono più socialisti, né socialdemocratici ma liberisti, forse perché tra l'antieruopeismo degli estremisti e l'europeismo di interesse del PPE finiscono sempre con accodarsi alle scelte del PPE.

 

La cenerentola d'Europa


Infine, per ultima, da buona cenerentola, c'è il partito della sinistra europea che presenta il candidato greco Tsipras, più e oltre che un candidatura politica anche una candidatura di bandiera visto che l'esponente è greco, cioè appartenente a quella nazione che finora ha pagato il prezzo più caro di questa Europa tutta incentrata sul rispetto di parametri inventati e governata male dal PPE e dal PSE.

 

Conclusione temporanea


In un modo o nell'altro comunque, l'Europa può essere il modo brillante per uscire tutti dalla crisi un po più coesi, o per affondare gli stati più deboli. Tutto dipende dalla composizione del prossimo parlamento Ue e dalle scelte delle prossime Commissioni Europee, l'organo governativo d'Europa, non eletto.

Letto 3893 volte Ultima modifica il Domenica, 09 Febbraio 2014 11:45

Potrebbe interessarti anche:

  • Basta spartizioni di potere o spariremo

    Ieri parlavo al bar con un amico di politica. Lo faccio spesso, sopratutto con chi non la pensa come me e non è del PD. E' l'esercizio che mi aiuta a restare collegato alla realtà e a non chiudermi in una bolla di eco di opinioni a me comode. Mi diceva che sui temi potremmo anche pensarla allo stesso modo ma che non sa per chi votare alle Europee perché nel PD e nei partiti politici quello che piace meno è la spartizione di poltrone e che è proprio questa sensazione che ha allontanato tanti dalla politica o li ha avvicinati ai populisti M5S e Lega.

  • Vincino e la Pietas Post Mortem

    Il piagnisteo sulla morte di Vincino emblema del disagio dei vecchi sessantottini come lui. Non è che se uno è famoso, debba per forza essere un esempio.

  • Stupro: se l'informazione segue la facile indignazione

    E' di questi giorni la notizia che la Corte Costituzionale avrebbe, in una sua sentenza, riconosciuto che se la vittima di uno stupro si è precedentemente ubriacata, allora lo stupro è senza aggravante. La notizia ha ovviamente destato grande indignazione sul web. Per fortuna però, la notizia ha distorto il contenuto della sentenza. Purtroppo la notizia distorta è stata ripresa indistintamente da molte testate nazionali, anche di comprovata serietà. Ma vediamo di cosa si tratta effettivamente.

Commenti   

 
hi
0 #9 hi 2018-05-30 13:10
Superb, what a blog it is! This blog provides valuable data to us,
keep it up.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
MargitCYasso
0 #8 MargitCYasso 2016-06-18 23:04
I'm gone to inform my little brother, that he should also visit this weblog on regular basis to obtain updated from most recent gossip.


my website MargitCYasso: http://chaglano.com/component/k2/itemlist/user/112216.html
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
http://www.
0 #7 http://www. 2015-10-16 03:31
Howdy! I could have sworn I've been to your blog before but after browsing through some of the articles I realized it's new to me.
Anyways, I'm certainly happy I discovered it and I'll be book-marking it
and checking back frequently!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
opuderm skincare
0 #6 opuderm skincare 2015-10-05 01:54
There's certainly a lot to learn about this topic.
I really like all of the points you made.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Garcinia Cambogia
0 #5 Garcinia Cambogia 2015-09-13 18:30
This paragraph is in fact a fastidious one it assists new
the web viewers, who are wishing in favor of blogging.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Garcinia Diet Pills
0 #4 Garcinia Diet Pills 2015-09-05 19:40
Howdy, I believe your web site could be having internet browser compatibility problems.
Whenever I look at your blog in Safari, it looks fine however,
if opening in I.E., it has some overlapping issues.
I simply wanted to provide you with a quick heads up! Apart from
that, fantastic site!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
opuderm reviews
0 #3 opuderm reviews 2015-07-05 14:18
Hola! I've been following your blog for a while now and finally got
the bravery to go ahead and give you a shout out from Houston Tx!
Just wanted to tell you keep up the great work!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
garcinia cambogia
0 #2 garcinia cambogia 2015-06-27 14:36
Hey There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article.
I'll be sure to bookmark it and come back to read more of your useful info.
Thanks for the post. I will certainly comeback.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
pure garcinia
0 #1 pure garcinia 2014-04-13 23:25
garcinia cambogia reviews dr oz Find Payday Loan Bay Street, Toronto,
ON M5H 2Y3 (416) 477-2742 garcinia cambogia reviews and side effects
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più