Il Bolognino

Venerdì, 10 Giugno 2016 10:02

Xylella, esempio di incapacità decisionale italiana

Scritto da  Marco Cattaneo

La Corte di giustizia europea impone all'Italia di abbattere gli ulivi malati di Xylella e c'è chi ci fa sopra propaganda. Riportiamo in basso l'opinione di Marco Cattaneo, medico e divulgatore scientifico, sempre in primo piano contro le bufale di internet, sopratutto a tema scientifico e medico.

Xylella, propaganda leghistaQuesto sopra è un meme (immagine con testo sovrapposto) che Matteo Salvini, leader della Lega Nord, sta facendo girare in internet, per marcare la propria disapprovazione nei confronti della decisione presa dall'Ue di abbattere gli olivi malati di Xylella, prima che la contaminazione si estenda a tutta la produzione europea. Sentiamo a tal proposito cosa ne pensa il divulgatore scientifico Marco Cattaneo:


Ora, accade che la Corte di giustizia europea si sia pronunciata sulla questione Xylella (http://it.reuters.com/article/topNews/idITKCN0YV1M8). Riconoscendo che la Commissione Europea può obbligare gli Stati membri ad abbattere tutte le piante potenzialmente infettate da Xylella fastidiosa (perché questo è un patogeno da quarantena, per chi ancora non l'avesse capito, per cui sono previste misure ben precise e inderogabili, perché non guarda in faccia a nessuno e non si ferma alle frontiere), questa misura è poi ciò che stanno facendo negli altri paesi in cui è arrivato il batterio, come la Francia.

Accade anche che avremmo potuto cavarcela mesi fa con le misure di contenimento del piano Silletti, che prevedevano l'abbattimento di circa 3000 ulivi. Invece quando infine interverremo sarà probabilmente un'ecatombe.
Perché l'emergenza Xylella è, senza mezzi termini, un clamoroso esempio dell'incapacità decisionale, dell'inefficienza e della pressapocaggine della nostra politica, dal MIPAF alla Regione. Tutti a temporeggiare per il timore di perdere consensi.

E accade infine che la colpa è tutta dell'infame Unione Europea, che opprime il povero popolo italiano. Così la Xylella rinsalda le somiglianze degli opposti populismi di Lega e M5S, perfettamente allineati nel cercare colpevoli ovunque, pur di non riconoscere la realtà dei fatti e di attirarsi simpatie in barba alla verità. Che sarà anche dura da digerire, ma tale resta.

E così la narrazione dell'oppressore diventa uno splendido espediente di comodo per nascondere la nostra refrattarietà a rispettare regole e ad assumerci responsabilità.
Siamo un paese di cialtroni. E ce ne vantiamo.

Letto 1431 volte Ultima modifica il Venerdì, 10 Giugno 2016 10:24

Potrebbe interessarti anche:

  • Basta spartizioni di potere o spariremo

    Ieri parlavo al bar con un amico di politica. Lo faccio spesso, sopratutto con chi non la pensa come me e non è del PD. E' l'esercizio che mi aiuta a restare collegato alla realtà e a non chiudermi in una bolla di eco di opinioni a me comode. Mi diceva che sui temi potremmo anche pensarla allo stesso modo ma che non sa per chi votare alle Europee perché nel PD e nei partiti politici quello che piace meno è la spartizione di poltrone e che è proprio questa sensazione che ha allontanato tanti dalla politica o li ha avvicinati ai populisti M5S e Lega.

  • Nessuna Immacolata in uno Stato Laico

    L'Immacolata concezione è una delle tante fake news (balle) delle religioni e una delle più ingiuste feste cristiane, a mio modo di vedere. Infatti in quanto mammiferi non possiamo concepire senza prima avere fatto sesso: siamo animali e gli animali si riproducono così. Non siamo piante che si riproducono anche per talea (e non solo).

  • La politica fatta con le sparate

    Oggi i gruppi parlamentari del PD di Camera e Senato hanno presentato delle proposte concrete per estendere il REI (Reddito di inclusione) corredate da coperture economiche (quindi attuabili!) e direttamente efficaci se fossero votate. Hanno fatto cioè il lavoro dei partiti di maggioranza, del governo e del Parlamento che ancora deve costituire le commissioni (che sono il luogo dove si svolge l'attività parlamentare).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più