Il Bolognino

Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13

Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria

Scritto da 

Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, è umanamente incomprensibile.

 

Nel suo nuovo libro, I segreti di Bologna, strage-di-bologna-361x540infatti, mette apertamente in discussione la sentenza di condanna dei neofascisti romani MambroFioravanti e Luigi Ciavardini per la strage del 2 agosto 1980. Già nel 2011 mi occupai delle infelici esternazioni di Priore. La cosa più curiosa e, a dire il vero, fastidiosa, è che gli evocatori di piste internazionali per Bologna non vengono mai tacciati di “dietrologia“; come accade invece a chi mette in discussione, per esempio, la verità ufficiale sull’omicidio Pasolini o sul caso Moro. E’ bene pertanto ricordare a tutti, come ha giustamente fatto Paolo Bolognesi (che per questo sì è, meritoriamente, battuto più di chiunque altro), che da qualche giorno esiste il reato di depistaggio: la magistratura ora ha l’obbligo di perseguire i diffusori di menzogne. Nel frattempo una stampa libera avrebbe il dovere di aiutare i cittadini a distinguere i fatti accertati dalle opinioni infondate.

 

Il giudice Priore di fatto ripropone le stesse tesi – ripetutamente vagliate ed archiviate, anche di recente, dalla Magistratura – a lungo propagandate da Gelli, Cossiga, i Nar e i loro amici come il “post-fascista” Enzo Raisi. Niente di nuovo sotto il sole. Da 36 anni al depistaggio delle indagini si è affiancato un costante depistaggio dell’opinione pubblica. Un comportamento che, con vergognoso cinismo, sfrutta metodologicamente l’avvicinarsi di ogni 2 agosto, spargendo veleni e offendendo una città che – mentre Mambro e Fioravanti sono liberi da anni, nonostante i loro 15 ergastoli – sta ancora aspettando di conoscerei nomi dei mandanti. Una ingiustizia ad orologeria, che sistematicamente scatta verso la metà di luglio.

La sanzione minima, per quelli come Priore, sarebbe non essere mai più accolti a Bologna. E non comprare i loro libri. 

 
Letto 752 volte

Potrebbe interessarti anche:

  • Appello a Mentana: stasera niente megafono per Gelli

    Stasera la trasmissione de La7 “Bersaglio mobile” farà vedere ed ascoltare ai telespettatori l'ultima intervista rilasciata da Licio Gelli, di cui il Tg7 ha dato una breve anticipazione. A mio parere è vergognoso che, persino da cadavere, si conceda un megafono ad un tale delinquente.

  • Erri De Luca assolto? Non confondiamo scheletri e sentenze

    Saper distinguere. Un esercizio mentale che una buona scuola e, soprattutto, una buona società dovrebbero insegnare ai suoi cittadini. La cronaca di questi giorni ce ne offre un’occasione. Leggo sul web vari commenti alla sentenza che ha assolto Erri De Luca dall’accusa di istigazione a delinquere, per aver affermato che è giusto “sabotare” i cantieri del Tav in Val di Susa.

  • Stragi, il silenzio dei colpevoli. Se la verità non fa notizia

    Ieri sera un’amica settantenne lamentava che giornali e telegiornali cibombardano solo di brutte (bruttissime) notizie e di gossip: “Ti fanno passare la voglia di comprare i giornali”. Come darle torto. Eppure ogni giorno contiene sì rabbie e disperazioni, ma anche gioie ed orgogli. Sono trascorsi cinque anni dall’omicidio di Angelo Vassallo, “sindaco pescatore” di Pollica. Doveroso ricordarne l’esempio e il sorriso, anche se ci costa una lacrima in più. Però oggi potremmo (dovremmo?) anche festeggiare il compleanno virtuale del magistrato Antonino Caponnetto, che avrebbe compiuto 95 anni: chissà se qualche direttore di testata ricorderà a lettori e telespettatori che, in mezzo a tante disgrazie, l’Italia ha avuto la fortuna e l’onore di poter contare sul contributo di uomini così grandi.

Commenti   

 
Novella
0 #3 Novella 2017-05-24 17:11
I was waiting for this form of issue. Thank you very much for the area.


My web-site :: mobile strike hack android (Novella: http://www.tepgames.com/mobile-strike-hack/)
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Hermine
0 #2 Hermine 2017-05-24 07:38
This is a very good hints especially to those new to
blogosphere, short and precise info... Thanks for sharing this one.

A must read article.

Feel free to surf to my homepage ... shadow fight 2 hack
tool (Hermine: http://www.darkhacks24.com/shadow-fight-2-hack/)
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Ted
0 #1 Ted 2017-05-22 02:15
I adore it when folks come together and share opinions, great blog,
keep it up.

My homepage; hacks for android games (Ted: http://www.darkhacks24.com/)
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più