Il Bolognino

Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, è umanamente incomprensibile.

Pubblicato in Memoria Collettiva

Adesso parlano loro, gli studenti, chiamati a scegliere il nome di un nuovo portale dedicato alla ricostruzione della storia della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 e di quelle dei treni Italicus e Rapido 904, ma anche dei fatti di terrorismo e di violenza politica che hanno colpito l’Emilia-Romagna negli anni ’70-’80 del Novecento. Lo potranno fare partecipando a un referendum on line, collegandosi anche al sito dell’Assemblea legislativa regionale o a quello dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980: in entrambi i siti è attivo nella home page il banner #adessoparlatevoi, dove esprimere le proprie preferenze. La consultazione web andrà avanti fino al prossimo 20 marzo, quando si chiuderanno le urne virtuali.

Pubblicato in Bologna

La Procura di Bologna, titolare delle indagini sulla strage alla stazione, ha finalmente archiviato l’infondata “pista palestinese”, pervicacemente sostenuta in tutti questi anni da vari depistatori, di professione e occasionali. In attesa che, dopo quasi 35 anni, anche i mandanti vengano individuati e puniti (meglio tardi che mai, come per i nazisti novantenni o gli aguzzini dei regimi sudamericani), quale migliore occasione per riepilogare ciò che è stato accertato dalla Magistratura in sentenze spesso citate, ma quasi mai lette.

Pubblicato in Memoria Collettiva

Chi controlla il passato, controlla il futuro. Ce ne siamo accorti ieri, 34 esima anno dallo scoppio della bomba alla stazione dei treni di Bologna, macabro anniversario della strage più sanguinosa della storia repubblicana. La strage di matrice fascista, nelle interviste a ignari (ignavi?) giovani bolognesi si trasforma, e diventa un strage delle Br: "perché mi pare che i terroristi fossero delle Br".

Pubblicato in Società
Venerdì, 10 Agosto 2012 16:47

Almanacco Agosto

  • 2 agosto 1980, Bologna: strage fascista alla stazione; 85 morti, oltre 200 feriti. Condannati come esecutori Giuseppe Valerio Fioravanti e Francesca Mambro (oggi entrambi liberi) e Luigi Ciavardini, neofascisti dei NAR. Condannati per i depistaggi il capo della P2 Licio Gelli, gli ufficiali del Sismi Pietro Musumeci e Giuseppe Belmonte, e il collaboratore dei servizi segreti Francesco Pazienza.

 

  • 4 agosto 1974, San Benedetto Val di Sambro (BO): strage treno “ITALICUS”(12 morti, 48 feriti). L'attentato è rivendicato dai terroristi di Ordine Nero.

 

Pubblicato in Memoria Collettiva

Intervista esclusiva al Presidente dell'associazione dei famigliari delle vittime della Strage di Bologna, Paolo Bolognesi.


Perini - Che senso ha oggi, nel 2012, commemorare le vittime della strage del 1980? Non ha il timore che col tempo si finisca col portare avanti una tradizione, più che un giusto ricordo?

Bolognesi - Non c'è solo l'aspetto del ricordo. La nostra associazione (l'associazione dei famigliari delle vittime n.d.r) si è posta l'obiettivo di ottenere la giustizia dovuta. Sulla base di questo obiettivo la nostra attività non è finalizzata al solo discorso di commemorazione del 2 agosto, ma facciamo richieste che vanno oltre il semplice ricordo della strage. L'attività dell'associazione si svolge durante tutto l'anno.

Pubblicato in Bologna
Giovedì, 26 Luglio 2012 15:23

Stragi e mandanti: lo Stato connivente

Stamattina alle 11 alla sala d'aspetto della Stazione dei treni di Bologna si è svolta la presentazione del libro "Stragi e mandanti" edito da Aliberti e scritto dal Presidente dell'associazione Stragi Paolo Bolognesi e dal giornalista Rai Roberto Scardova.

Non intendiamo fare pubblicità alla pubblicazione, inoltre come saprete, Il bolognino non tratta di cronaca, tuttavia abbiamo colto l'occasione per rendere di nuovo palese, ciò che non è conosciuto ai più ed è relegato alle pagine dei faldoni dei processi; abbiamo perciò lo stesso obiettivo che si sono prefigurati gli autori del testo: trovare una linea conduttrice che delinei la verità, e non solo la verità processuale, sulla stragione delle Stragi, che parte dalla spesso dimenticata strage di Portella della Ginestra del 1947, trova il suo acme criminoso con la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, e che lega anche la più recente Strage di Capaci e la nuova ondata terroristico -mafiosa del quinquennio 90-94.

Pubblicato in Italia

Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più