Il Bolognino

Lunedì, 27 Gennaio 2014 18:35

Fuori Tempi Stagione 3 Episodio 16

Scritto da 

Buongiorno a tutti e ben tornati o benvenuti, in questa puntata si parla molto di economia, ma come non parlarne, visto che la politica ormai ne è succube? Fiat pare pronta a lasciare l’Italia, no non gli stabilimenti, che sono in fin dei conti la cosa che vale di meno, – Wall Street Journal pare abbia avuto una velina in esclusiva – pare pronta a cambiare il proprio domicilio fiscale in Gran Bretagna, perché là le aziende estere godono di privilegi simili ai paradisi fiscali, ecco spiegate le intenzioni di Marchionne. E lo stato e il governo che fanno? A quanto pare dormono. E questa dormita la pagheremo cara.

Al forum di Davos si è parlato di deflazione, ne ho parlato anch’io brevemente illustrando cosa potrebbe succede con la deflazione in Italia; in Brasile intanto scoppia la protesta anti mondiali. Buon ascolto e buona settimana a tutti

 


  • Per scaricare l’episodio di Fuori Tempi clicca col tasto destro qui e seleziona salva con nome
  • Per abbonarsi gratuitamente a Fuori Tempi tramite iTunes clicca qui
  • Per abbonarsi gratuitamente a Fuori Tempi tramite altri FeedReader clicca qui

Interni

  • Fiat pronta a lasciare l’Italia? Forse per la GB per pagare meno tasse, e il governo dov’è?
  • Dell’eterno ritorno, se chiami il B. il B. poi vince, gli errori di Renzi, e gli errori di tutti noi

Esteri

  • Lagarde (Fmi): deflazione possibile nell’Eurozona; cosa significa e cosa ci interessa a noi:
  • Rallentamento dei paesi emergenti, una dimostrazione che viviamo in piena globalizzazione
  • Un Brasile molto europeo, dove la classe media protesta senza averne un motivo
Letto 921 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Gennaio 2014 18:42

Potrebbe interessarti anche:

  • Renzi il neo-proporzionalista alla ricerca dell'elettorato moderato

    Renzi si affacciò sulla politica italiana come un tornado. Cercò di trasformare il PD dal partito della fusione a freddo e delle élite ancora ancorate alla Prima Repubblica in un partito nuovo, più liberale e meno strutturato, fluido. Per un periodo breve ci riuscì in parte, a suon di vittorie nei ben due Congressi stravinti. Ma il PD è sempre stato un partito fatto di correnti, e le stesse vittorie di Renzi si sono dovute anche al sostegno dei Dem (ex DC) che lo avevano sostenuto, ma che dopo la sconfitta referendaria e successiva sconfitta alle urne decisero di non sostenerlo più, impedendo in questo modo a Renzi di tornare in sella nel PD e costringendolo ad abbandonare anche il suo progetto politico. Quale progetto politico? Non certo quello di distruggere il PD, come hanno martellato per anni i suoi oppositori di sinistra interni.

  • Primo governo populista al via
    Lega e M5S sono finalmente congolati a nozze, a breve l'annuncio della lista degli invitati, con la benedizione di Papi Silvio Berlusconi. Ovviamente la prima cosa che non si farà sarà la legge sul conflitto di interessi, già stralciata dal "contratto" di governo.
  • La lontananza tra working class e riformisti in Francia e Italia

    C'è un filo che lega Italia e Francia. Non è solo la comune identità romanza, l'amore per il vino, le belle donne, l'arte e la cultura. Si tratta di una dinamica politica molto simile, dove pare rinascere e riprendere vigore la teoria politica della maggiore possibilità di vittoria se si occupa lo spazio politico detto centro. Macron, da ieri sera il più giovane Presidente della Repubblica Francese, ne è un indizio.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più