Il Bolognino

In questa puntata si parla una volta di più del complicato e oscuro rapporto tra giustizia e politica, proprio in corrispondenza della sentenza d’Appello sul caso Stefano Cucchi. A Fuori Tempi pensiamo che le sentenze vadano commentate, sia quelle che ci piacciono, sia quelle che ci indignano, perché in fondo, non c’è nulla di Sacro e immutabile o pienamente imparziale nella giustizia e nell’interpretazione delle leggi.

Pubblicato in Fuori Tempi
Buongiorno e benvenuti o ben ritrovati a Fuori Tempi, questa volta dopo una pausa di due settimane. E’ partita la campagna elettorale per le elezioni europee e mentre il Pd e Renzi sono intenti a mettere a punto il Job Act, di cui per ora non si hanno ancora definito un quadro generale, Berlusconi e Forza Italia puntano al colpaccio con l’occhiolino agli animalisti. Intanto la lista della sinistra europea, L’Altra Europa con Tsipras è vicina alle fatidiche 150 mila firme raccolte per presentare la lista alle elezioni.
Pubblicato in Fuori Tempi

A noi, giovani fratelli, il destino sorriderà ancora, , e anche noi, fratelli, regneremo nel nostro Paese libero , daremo anima e corpo per la nostra libertà>.
Queste parole, sono un estratto dell'inno ucraino risalente al 1862, scritto in gran parte dall'etnografo Cubynskyj, sull'onda del nazionalismo tipicamente ottocentesco. In queste roventi giornate, a Kiev, il popolo ucraino sta tenendo fede agli intenti del proprio inno nazionale, o c'è altro? Per le democrazie occidentali ci troviamo davanti ad una rivolta in nome della democrazia, e la stampa occidentale è compatta nel dare questa interpretazione. Oppure, siamo dinanzi ad uno scontro di oligarchie e di potenze internazionali per il controllo delle risorse del Paese, ma soprattutto, per il riferimento al quale queste risorse saranno vendute? Prima di rispondere a queste domande è opportuno chiarire qual'è la situazione politica ed economica e geopolitica dell'Ucraina.

Pubblicato in Dove ci porta l'UE
Lunedì, 03 Marzo 2014 09:35

Fuori Tempi Stagione 3 episodio 20

Il nazionalismo ucraino ha destituito Yanukovich, ma ha anche cancellato i diritti del terzo di popolazione ucraina di etnia russa e ha cancellato il bilinguismo nella parte est, a stragrande maggioranza russofona. Le tensioni e i continui scontri tra parte ucrainofona e parte russofona stanno per portare Ucraina e Russia sulla soglia della guerra. La Crimea non vuole più restare in un Ucraina nazionalista che nega la sua identità russa e ha già chiesto di poter fare un referendum per staccarsi dall’Ucraina. In questo difficile quadro, gli Usa soffiano benzina sul fuoco incolpando i russi, quando sappiamo che sono stati loro e noi europei ad armare i ribelli ucraini e a far precipitare  il Paese nel caos, dal quale pare escano vincitori i partiti di estrema destra.

Pubblicato in Fuori Tempi

Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più