Il Bolognino

Lunedì, 05 Marzo 2018 10:18

Alcune valutazioni sulle elezioni del 4 marzo 2018

Scritto da 

Ne sentiremo di tutti i colori. Molti, con fare da saggi vi diranno che non si possono fare analisi affrettate. Ignorateli. I dati sono talmente chiari e netti da mettere sul piatto una lettura. Alcune mie valutazioni sulle elezioni di ieri, 4 marzo 2018:



- Non esiste più il voto moderato, i veri sconfitti sono i centristi, sia a livello nazionale che in Trentino. Il Patt si dimostra avere un elettorato di centrodestra che sta col csx solo a livello provinciale perché gli conviene, emblematico il voto di Cles;


- Il PD è stato punito perché è percepito come governativo e istituzionale e stavolta si volevano punire le Istituzioni ritenute a torto colpevoli della crisi;


- in Meridione parte del voto PD è andato ai M5S in modo strategico: scelta intelligente dell'elettorato meridionale che ha impedito così al centrodestra una maggioranza piena;


- La balla che la gente vuole più sinistra è stata smentita dai numeri, a sinistra del PD non c'è nulla. La gente voleva più destra e meno "negher";


- D'Alema e Bersani hanno portato 0 voti a Sel che conferma il suo risultato del 3% che aveva la volta scorsa. Di nuovo, se Renzi non piace ancora meno piacciono i suoi oppositori interni;


- I grillini sono un grande contenitore di tutti gli scontenti: sono il primo partito ma non servirà a niente: o fanno un governo con la Lega o sono inutili;


- Lega vera vincitrice delle elezioni che ha preso parte dell'elettorato storico dei partiti fascisti. Non a caso Casapound e Fratelli d'Italia sono andati maluccio.


- La gente ha votato contro la grande coalizione PD + Forza Italia. Infatti ad oggi coi seggi è ipotesi impossibile. Molto bene per chi nel PD è di sinistra come me.

 

Le elezioni ci danno una fedele rappresentazione del Paese. Spaventato e privo di guida. Ora spetterà al Parlamento e sopratutto a Mattarella trovare il bandolo della matassa. Possibili alleanze in parlamento con una maggioranza sono PD+ Centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) e M5S + Lega. La prima è politicamente impossibile, la seconda improbabile, ma il tempo dirà. Io tifo per la seconda ipotesi, che darebbe all'Italia un governo trumpista, e lascerebbe il tempo e lo spazio politico al PD per ricostruirsi. Incombe il rischio Spread e punizione dai mercati internazionali. 

Letto 409 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Marzo 2018 11:37

Potrebbe interessarti anche:

  • La politica fatta con le sparate

    Oggi i gruppi parlamentari del PD di Camera e Senato hanno presentato delle proposte concrete per estendere il REI (Reddito di inclusione) corredate da coperture economiche (quindi attuabili!) e direttamente efficaci se fossero votate. Hanno fatto cioè il lavoro dei partiti di maggioranza, del governo e del Parlamento che ancora deve costituire le commissioni (che sono il luogo dove si svolge l'attività parlamentare).

  • Epic Fail USA e CIA
    50 anni passati a finanziare logge coperte, la massoneria deviata, Gladio, la DC, a investire in Italia con il Piano
  • Primo governo populista al via
    Lega e M5S sono finalmente congolati a nozze, a breve l'annuncio della lista degli invitati, con la benedizione di Papi Silvio Berlusconi. Ovviamente la prima cosa che non si farà sarà la legge sul conflitto di interessi, già stralciata dal "contratto" di governo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più