Il Bolognino

Mercoledì, 27 Giugno 2012 20:14

"Il lavoro non è un diritto"

Scritto da 

Badate, non c'è nessuna gaffe o fraintendimento nelle parole del ministro Fornero, "il lavoro non è un diritto", estrapolate dall'intervista della stessa a un noto quotidiano americano. La Fornero non è neanche nient'affatto ignorante! 

Per lei e per i circoli potenti che la sostengono, il lavoro, cioè il potersi sostenere con il proprio ingegno e fatica, non è un diritto. Per l'articolo 4 della Costituzione lo è, anzi, ormai possiamo dire, lo era. lo si poteva capiva dalla "riforma" che ha fatto.


Contestualmente la Fornero pensa che lo sfruttamento del lavoratore sia un diritto: lo ha detto chiaramente anche se non in modo così esplicito e diretto come ho appena fatto io, Fornero ha detto " Il lavoro non è un diritto; Deve essere guadagnato, anche attraverso il sacrificio". Dunque per la ministra sacrificare il proprio tempo e quindi la propria vita non è un sacrificio. E bisogna fare dei sacrifici per poter raggiungere il lavoro. E' molto interessante questo aspetto perché rappresenta un salto carpiato all'indietro rispetto a centinaia d'anni di evoluzione del diritto in Italia e nelle democrazie occidentali.


Ma il problema non è un ministro del lavoro che odia il lavoro. Queste sono le persone che ci governano ma sono sostenute dai maggiori partiti ma sopratutto sostenute dal'ideologia predominante: il neoliberismo. L'ideologia neoliberista permea tutti i partiti presenti in Parlamento e anche il M5S che non vi è presente. L'ideologia neoliberista è responsabile della crisi che ci stiamo trascinado da 3 anni a questa parte. Tutto questo è la verità, e non una mia opinione, mi spiace. Mi spiace perché preferirei fosse una mia opinione, ma per l'appunto, non è così. Fatevene una ragione. E ora facciamo un gioco. Leggete le due frasi seguenti.

“Stiamo cercando di proteggere le persone e non i loro posti di lavoro. Gli atteggiamenti delle persone devono cambiare. Il lavoro non è un diritto; Deve essere guadagnato, anche attraverso il sacrificio”. Elsa Fornero 26 giugno 2012.

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto” - Articolo 4 della Costituzione italiana


A questo punto potremo giocare a "chi è l'intruso? La classe imprenditoriale e politica e il governo di questo paese O la Costituzione del paese stesso? 

A proposito, a riprova che non è la sola Fornero a pensarla così, in serata la Camera ha approvato la sua riforma del lavoro.  I voti a favore sono stati 393, 74 quelli contrari, 46 gli astenuti. Il provvedimento è legge dello Stato.

Qui di seguito l'ansa che ne da notizia: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2012/06/26/Fornero-buona-riforma-lavoro-cambiare-mentalita_7101657.html

Ps: Ho provato a pubblicare questa riflessione su altri siti e sul mio blog, ma guarda caso appena si scrive qualcosa contro il neoliberismo imperante improvvisamente come per magia non fuzionano più i siti web, i blog non pubblicano più. E' tutto un caso ovviamente. Però qui, su questo spazio libero e soprattutto amministrato da noi, siamo liberi e padroni di scrivere ciò che è in realtà e che altrove, per puro caso, non si riesce a scrivere.

Letto 5166 volte Ultima modifica il Mercoledì, 27 Giugno 2012 21:03

Potrebbe interessarti anche:

  • Epic Fail USA e CIA
    50 anni passati a finanziare logge coperte, la massoneria deviata, Gladio, la DC, a investire in Italia con il Piano
  • Primo governo populista al via
    Lega e M5S sono finalmente congolati a nozze, a breve l'annuncio della lista degli invitati, con la benedizione di Papi Silvio Berlusconi. Ovviamente la prima cosa che non si farà sarà la legge sul conflitto di interessi, già stralciata dal "contratto" di governo.
  • La lontananza tra working class e riformisti in Francia e Italia

    C'è un filo che lega Italia e Francia. Non è solo la comune identità romanza, l'amore per il vino, le belle donne, l'arte e la cultura. Si tratta di una dinamica politica molto simile, dove pare rinascere e riprendere vigore la teoria politica della maggiore possibilità di vittoria se si occupa lo spazio politico detto centro. Macron, da ieri sera il più giovane Presidente della Repubblica Francese, ne è un indizio.

Commenti   

 
XRich
0 #1 XRich 2018-08-31 21:13
Hello buddy. It was hard to find this site in google. It's not even in top10.
You should focus on high quality links from high authority websites in your niche.
I know of a very effective free method to get strong links and instant traffic.
The best thing about this method is that you start getting clicks right away.
For more details search in google for: masitsu's tricks
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più