Il Bolognino

Mercoledì, 15 Giugno 2016 11:01

Tutti contro Renzi con qualsiasi mezzo

Scritto da

Assistiamo in questi ultimi due anni di governo Renzi a una nuova polarizzazione del tutto inedita dell'elettorato e delle classi politiche, al pari di ciò che successe con Berlusconi, ci si schiera pro o contro chi sta diventando l'ago della bilancia degli equilibri politici del Paese, cioè il primo ministro. Da D'Alema a Salvini, da Grillo e Cinquestelle a Bersani, da Berlusconi alla sinistra radicale. Tutti con la Raggi per sconfiggere Giacchetti, e in seconda istanza, Renzi.

Alessandro Di Battista riconosce sempre una cosa e gli va dato atto di questo: “Se non ci fossero stati i vecchi partiti a combinare guai, noi non esisteremmo neanche”.

Giorni fa, in questo articolo, ho focalizzato l’attenzione sulle responsabilità dei media come vettori di un’antropologia individualizzante, semplicistica, voyeuristica che produce atteggiamenti “naturalmente” antisistema e fa danni seri alla Politica con la P maiuscola.

Che io non sia proprio un sostenitore dei movimenti politici che fanno leva sullo stomaco della nazione e che tendono a semplificare questioni complesse, dovrebbe essere cosa nota. Questo atteggiamento mi spinge a essere sempre molto diffidente nei confronti del M5S.
Però sulla questione di Quarto, devo dire che -per una volta- mi sento di prendere, almeno un pochettino, le parti del movimento di Grillo e di Krusty il Clown.

Il colmo della libertà ma sopratutto dell'individualismo a cui siamo arrivati nelle nazioni occidentali è aver cullato e cresciuto generazioni di ignoranti anti-occidentali. Occidentali anti-occidentali, e già questo, se non facesse già abbastanza ridere sarebbe quanto meno un paradosso.

Stavolta non mi riferisco agli stranieri o ai figli di stranieri - che di fatto non sono occidentali - ma ad occidentali che odiano talmente cosa è oggi l'occidente da non capire più quando si tratta di propaganda del potere, e quando, invece si tratta di popolare e umano dolore per le persone scomparse. Mi sto riferendo al fatto increscioso di oggi, accaduto a Parigi, dove I soliti noti dei centri sociali - chiamati "black block" (ma che stavolta coi black block hanno nulla a che vedere) -alla riunione sul clima, hanno "simpaticamente" distrutto il memoriale per le vittime degli attentati terroristici islamici.

 

Sabato, 25 Aprile 2015 12:06

70 anni dalla Liberazione, l'opinione

Scritto da

Alcuni affermano, in un impeto di rabbia e polemica, che non si capisce da cosa ci saremmo liberati, settanta anni fa. "Liberazione da che?". Per me questa frustrazione è tutt'altro che una posizione assurda, è comprensibile, ma va incanalata all'interno di un ragionamento storico di verità e capita. Qui di seguito offro alcune riflessioni sulla guerra di Liberazione e sul perché, in fondo non ci siamo mai veramente "liberati".


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

  • Strage di Bologna, il giudice priore e l'ingiustizia a orologeria
    Scritto da

    Basta, non se ne può più. Si dice che, se sbagliare è umano, perseverare sarebbe diabolico. A prima vista non si direbbe che Rosario Priore possieda fattezze luciferine. Eppure l’insistenza di questo magistrato che, da sei anni a questa parte, non perde occasione per ravvivare, a mezzo stampa, il dolore dei familiari delle vittime d ...

    Venerdì, 08 Luglio 2016 16:13 in Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più