Il Bolognino

Lunedì, 05 Novembre 2012 16:26

Ocse: la scuola pubblica prepara meglio della paritaria

Scritto da 

Nell’immaginario collettivo la scuola privata, di ogni ordine e grado, è la scuola più elitaria e più esclusiva in cui, si suppone, I bambini e ragazzi riceveranno un istruzione di maggiore qualità rispetto alla banale e tanto vituperata scuola pubblica. Pare che questa sia una delle tante leggende metropolitane, o false certezze a cui siamo tutti legati e che non corrisponda alla realtà: le scuole pubbliche italiane preparano meglio delle scuole private o paritarie italiane! A dirlo non è un gruppo di attivisti pro referendum o un sindacato degli insegnanti, bensì una delle istituzioni internazionali che godono di maggior prestigio in Europa e nel mondo, alla quale nessuno imputerebbe mai di essere ideologicamente orientata a favore di qualcosa di vagamente pubblico o socialista: l’Ocse.

 

Come pochi sanno, ogni anno i ragazzi e ragazze di 15 anni, di ogni tipo di scuola, in tutti i paesi d’Europa, inclusi quelli esclusi dall’Eurozona, compilano un test, sottopostogli dalle loro insegnanti. Questo test è identico in tutti i paesi e in tutte le scuole d’Europa, tranne ovviamente per la lingua nel quale è redatto. Si tratta di un test di valutazione incrociato che spazia su più materie, sia scientifiche che umanistiche, è il Programma per la valutazione internazionale dell’allievo (Programme for International Student Assessment, meglio noto con l’acronimo di PISA). La metodologia usata è scientifica e quindi lungi dal favorire questo o quel gruppo, questa o quella scuola, questo o quel paese: il test è per tutti uguale e l’insieme delle valutazioni dei ragazzi vanno a confluire in un dato unico che è una vera e propria cartina di tornasole della preparazione degli studenti di quel determinato paese. Dal 2009, vista la bontà delle valutazioni del Pisa, partecipano ad esso anche nazioni non europee, 57 in totale sulle circa 200 presenti sul pianeta.

Il dati del test Pisa 2009 dell’Italia non sono affatto confortanti: demarcano una netta divaricazione tra nord – dove i ragazzi hanno imparato di più e sono a livelli europei – e sud, dove i ragazzi hanno imparato poco, in alcuni casi non sanno far di conto e fanno fatica a capire ciò che hanno letto. Ma, udite udite! Dai dati scorporati ecco emergere chiara e fulgida un altra verità, così scomoda, che spesso e volentieri viene tacciata: i risultati degli studenti, sia del nord che del sud, delle scuole pubbliche, sono nettamente superiori ai risultati degli studenti che frequentano scuole private o paritarie!

Gli economisti del sito lavoce.info hanno studiato i dati Pisa e ne hanno ricavato un grafico, che spiega meglio di ogni parola il divario di apprendimento tra i ragazzi della scuola pubblica e quelli che frequentano scuole private. Le scuole private finanziate, cioè le paritarie, fanno addirittura peggio delle scuole private tout court:

I dati sono così allarmanti che dovrebbero far riflettere profondamente le autorità sull’opportunità di finanziare le scuole che preparano peggio gli studenti, rispetto alle scuole pubbliche. Qualunque amministratore sensato, vedendo questi dati, invece che riporli in un cassetto, dovrebbe interrogarsi su quale sia il meglio per i ragazzi. I dati del Pisa sono comunque una sommatoria dei risultati di tutte le scuole del paese, perciò, per assurdo, può darsi che a Bologna ci sia la migliore scuola privata del paese, che prepara meglio di qualunque altra scuola media statale. Può darsi. Ma i risultati generali degli studenti delle scuole private e delle scuole paritarie della penisola non sono affatto incoraggianti. Escono dalle scuole medie più ignoranti (il test è appunto sottoposto a ragazzini di 15 anni), e sopratutto, per quanto riguarda le nozioni scientifiche, hanno conoscenze ancora più scarse rispetto ai loro “colleghi” della scuola pubblica, i quali però non possono gioire. Gli studenti italiani fanno una magra figura in Scienze, Matematica, ma è in Lettura e comprensione e Problem Solving che vengono distanziati enormemente dai Coreani e Finlandesi e ragazzi 

 

Matematica
Lettura e comprensione del testo
Scienze
Problem Solving
    
Hong Kong 550
Finlandia 543
Finlandia 563
Corea del sud 550
Finlandia 544
Corea del sud 534
Hong Kong 542
Finlandia 548
Corea del Sud 542
Canada 528
Canada 534
Hong Kong 548
Paesi Bassi 538
Australia 525
Taiwan 532
Giappone 347
Liechtenstein 536
Liechtenstein 525
Estonia 531
Nuova Zelanda 533
    
Media OCSE 500
Media OCSE 494
Media OCSE 486
Media OCSE 489
Italia 466
Italia 476
Italia 486
Italia 489

 

dati http://www.oecd.org/pisa/ rielaborazione wikipedia Italiana

 

Non è certo colpa dei ragazzi, o della loro pigrizia nello studiare, se l’istruzione in questo paese continua a creare dei cittadini ignoranti, che fanno fatica a leggere e a comprendere, con ovvie pessime ricadute anche nell’economia e nella politica. Non è certo dei ragazzi la responsabilità di spendere poco e male nell’istruzione, che è il primo mattone per costruire una società migliore domani.
Se i risultati dei ragazzi non sono brillanti forse sarebbe il caso di aumentare gli stanziamenti alla scuola, e non diminuirli come fa ogni governo, e creare magari classi meno sovraffollate, inserire materie più utili eccetera. L’istruzione è anche questione di bilancio, e se parte del bilancio viene destinata a scuole private, che per lettera stessa della nostra Costituzione non dovrebbero ricevere finanziamenti, togliendo così preziosi finanziamenti alle malandate scuole pubbliche, si ottengono questi risultati poco incoraggianti, che sia la società, sia i mass media, sia la politica continuano colpevolmente a ignorare.
Investiamo di più nell’istruzione!
E’ l’Europa che ce lo chiede!

 

Ho scritto per Comitato articolo 33, questo articolo, che riprende i dati Ocse del test Pisa; è l'ennesima conferma della bontà delle valutazioni che porteranno al prossimo referendum consultivo sui finanziamenti alle scuole private paritarie nel comune di Bologna. Qui il link al testo origninale

Letto 14483 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Novembre 2012 16:42

Potrebbe interessarti anche:

  • Silvia Romano: non è odio ma odio di classe

    Le reazioni scomposte, esagerate, reazionarie, sguaiate, offensive, retrograde alla visione del ritorno in Patria della cooperante Silvia Romano in abito musulmano non si spiegano secondo un interpretazione superficiale - razzismo e misoginia - fatta propria dalle persone di sinistra. Non è tanto per Silvia che abbiamo gioito o sbavato rabbia, ma per ciò che Silvia rappresenta.

     

  • 25 Aprile Oltre il ponte

    Oggi festeggiamo la liberazione dal nazifascismo con la bellissima poesia di Italo Calvino e Sergio Liberovici, messa in musica dalla MCR. Tutti i diritti sono riservati. (il Bolognino è copyleft)

  • Sanità privata Lombarda e Bologna, il gruppo San Donato

    La Lombardia come sappiamo è la Regione d'Italia e d'Europa che peggio sta subendo l'offensiva di covid-19, da molti osservatori si fa strada anche l'osservazione che la sanità lombarda sia stata ampiamente privatizzata negli scorsi decenni e l'efficienza ed efficacia del sistema sanitario lombardo è sotto gli occhi di tutto il mondo. Una correlazione non è una causalità, ma ci teniamo a mettere i puntini sulle i con il buon lavoro di Riccardo Lenzi, che ci ricorda chi controlla il maggiore gruppo italiano della sanità privata, il gruppo San Donato che annovera ben 17 ospedali inn Lombardia.

Commenti   

 
cialis
0 #12 cialis 2019-11-07 06:56
Way cool! Some extremely valid points! I appreciate you penning this post and also the rest of
the website is extremely good.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
BestLynne
0 #11 BestLynne 2018-11-16 20:09
I have noticed you don't monetize your blog,
don't waste your traffic, you can earn extra cash every month.
You can use the best adsense alternative for any type
of website (they approve all websites), for more info simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your website
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
youngKlara
0 #10 youngKlara 2018-11-16 05:29
I see you don't monetize your blog, but
you can earn extra bucks every day. It's very easy even for noobs, if you are interested simply search
in gooogle: pandatsor's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
BestFrieda
0 #9 BestFrieda 2018-11-14 08:25
I see you don't monetize your page, don't waste your traffic, you can earn extra bucks every month.
You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all websites), for more info simply
search in gooogle: boorfe's tips monetize your website
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
LaraeJuicy
0 #8 LaraeJuicy 2018-10-20 10:50
Hello. I see that you don't update your page too often. I know that writing articles is time
consuming and boring. But did you know that there is a tool that allows
you to create new posts using existing content
(from article directories or other pages from your
niche)? And it does it very well. The new articles are high
quality and pass the copyscape test. Search in google
and try: miftolo's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
FrederickJuicy
0 #7 FrederickJuicy 2018-08-11 08:17
Hello. I see that you don't update your website
too often. I know that writing content is boring and time consuming.
But did you know that there is a tool that allows you to create
new posts using existing content (from article directories or other blogs from
your niche)? And it does it very well. The new articles are unique and pass the copyscape test.
You should try miftolo's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
CarrollJuicy
0 #6 CarrollJuicy 2018-08-05 16:05
Hi. I see that you don't update your site too often. I know that
writing posts is time consuming and boring. But did you know that there is a tool that allows you to create new articles using existing content (from article directories or other blogs from your niche)?
And it does it very well. The new posts are high quality and pass
the copyscape test. You should try miftolo's tools
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
LashondaChief
0 #5 LashondaChief 2018-03-27 14:54
I have checked your blog and i have found some duplicate content, that's why you
don't rank high in google's search results, but there is
a tool that can help you to create 100% unique articles, search for; boorfe's
tips unlimited content
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
XFlo Pills Reviews
0 #4 XFlo Pills Reviews 2018-02-13 19:17
Undeniably believe that which you said. Your favorite justification seemed to be on the web the easiest thing to be aware of.
I say to you, I definitely get annoyed while people think
about worries that they plainly don't know about.
You managed to hit the nail upon the top and defined out the whole thing without having side-effects , people
could take a signal. Will probably be back to get more.
Thanks
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
errico
+1 #3 errico 2014-08-08 09:41
QUESTA E' UNA BAGGIANATA: LA SCUOLA PUBBLICA IN ITALIA E' ALLO SBANDO E L'OCSE ANZIKE' COMPILARE STATISTICHE DAL 1400 KM DI DISTANZA VENGA SUL POSTO A VEDERE IN CONDIZIONI VERSANO LE SCUOLE PUBBLICHE: SIA LE STRUTTURE KE GLI INSEGNANTI PRECARI, MALPAGATI E DOMOTIVATI E KE CAMBIANO OGNI 2-3 MESI.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più