Il Bolognino

Sabato, 28 Dicembre 2013 12:28

Una candela per i magistrati in pericolo, la gente risponde

Scritto da  Riccardo Lenzi, Mattia Fontanella, Stefania Pellegrini

Ad oggi sono quasi 5.000 i partecipanti all'evento Una candela per i magistrati in pericolo: a partire dalla vigilia di Natale, hanno postato sulla relativa bacheca di Facebook centinaia di foto per testimoniare la loro effettiva condivisione di questo gesto corale di vicinanza e di solidarietà ai magistrati impegnati, non solo in Sicilia, nel contrasto alle mafie.

 


Il post che ha dato il via all'iniziativa -in cui invitavamo amici e conoscenti a mettere una candela accesa sul proprio davanzale la sera del 24 dicembre - è stato visualizzato da oltre 400.000 persone. Tante altre persone, pur non frequentando Facebook, hanno voluto segnalarci la propria adesione.


Su richiesta di molti partecipanti, si è deciso di prorogare la durata dell'evento: ogni sera, almeno fino al 1° gennaio, la luce di migliaia di candele apparirà dalle nostre finestre.

Nei primi giorni del nuovo anno raccoglieremo le foto - arrivate da tutta Italia e da alcuni italiani residenti all'estero - in un grande poster, che vorremmo consegnare di persona, a nome di tutti i partecipanti, ai magistrati del pool guidato da Antonino Di Matteo.

 

Sperando che, nel frattempo, tante altre iniziative di cittadini contribuiscano a rompere il silenzio.

 

Di seguito il testo della lettera che ha dato il via all'iniziativa.

Grazie dell'attenzione.

 

Bologna, 22 dicembre 2013

In questi ultimi giorni di un anno denso di rabbia e disperazioni, mentre l'attenzione di un numero crescente di persone è drammaticamente concentrata sulla sopravvivenza quotidiana, vorremmo che da Bologna e DA TUTTA ITALIA arrivasse un abbraccio simbolico ai numerosi magistrati impegnati - nonostante le intimidazioni, di varia provenienza - in complicate e pericolose indagini sui rapporti tra mafie, politici, colletti bianchi e consorterie di vario genere.
Non vogliamo restare INDIFFERENTI mentre una inquietante sequenza di minacce
piove addosso ai magistrati più esposti, non solo in Sicilia.
Il silenzio equivale a un'ipocrita complicità. Invitiamo le cittadine e i cittadini che condividono l'esigenza di esprimere la loro solidarietà a questi magistrati a compiere un piccolo gesto:
la sera del 24 dicembre, vigilia di Natale, appoggiate una o più candele accese sulle vostre finestre, affinché la flebile luce proveniente dalle vostre case possa simbolicamente illuminare il difficile cammino che si sta compiendo a Palermo. Per non lasciarli soli.
Per impedire che l'isolamento produca nuove tragedie e nuovi “eroi”.
Per augurare a loro e al nostro Paese un futuro senza mafie, senza silenzi omertosi e senza lacrime di coccodrillo.
Grazie.

Mattia Fontanella, Riccardo Lenzi, Stefania Pellegrini

P.S. a partire dal 24 sera, pubblicate su Facebook le foto delle vostre candele accese...

 

per contatti: 3470610782

Letto 1969 volte

Potrebbe interessarti anche:

  • Silvia Romano: non è odio ma odio di classe

    Le reazioni scomposte, esagerate, reazionarie, sguaiate, offensive, retrograde alla visione del ritorno in Patria della cooperante Silvia Romano in abito musulmano non si spiegano secondo un interpretazione superficiale - razzismo e misoginia - fatta propria dalle persone di sinistra. Non è tanto per Silvia che abbiamo gioito o sbavato rabbia, ma per ciò che Silvia rappresenta.

     

  • 25 Aprile Oltre il ponte

    Oggi festeggiamo la liberazione dal nazifascismo con la bellissima poesia di Italo Calvino e Sergio Liberovici, messa in musica dalla MCR. Tutti i diritti sono riservati. (il Bolognino è copyleft)

  • Sanità privata Lombarda e Bologna, il gruppo San Donato

    La Lombardia come sappiamo è la Regione d'Italia e d'Europa che peggio sta subendo l'offensiva di covid-19, da molti osservatori si fa strada anche l'osservazione che la sanità lombarda sia stata ampiamente privatizzata negli scorsi decenni e l'efficienza ed efficacia del sistema sanitario lombardo è sotto gli occhi di tutto il mondo. Una correlazione non è una causalità, ma ci teniamo a mettere i puntini sulle i con il buon lavoro di Riccardo Lenzi, che ci ricorda chi controlla il maggiore gruppo italiano della sanità privata, il gruppo San Donato che annovera ben 17 ospedali inn Lombardia.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più