Il Bolognino

Venerdì, 13 Marzo 2015 17:23

L'aborto per l'Europa è un diritto, per l'Italia ancora un peccato

Scritto da  Francesca Roma

La difficile questione sui diritti di sessualità e procreazione femminili continua a rimanere irrisolta nel nostro Paese e con la sempre maggiore diffusione di ginecologi obiettori - obiettori per lo più sulla carta, disponibilissimi a qualsiasi intervento nella loro pratica privata - per una donna che decida di abortire in sicurezza l'iter da seguire è sempre meno praticabile.

Tuttavia l'Europa pare essersi accorta della urgente necessità di regole che garantiscano egualità e sicurezza alle cittadine europee in questa delicata materia.

In questi giorni è stata infatti approvata una risoluzione “Sulla parità tra donne e uomini nell'Unione europea nel 2013” : la Risoluzione Tarabella. Già dal titolo è comprensibile in quale accezione vengano collocati contraccezione, aborto e diritti sessuali, presenti esclusivamente nel comma 14 che cito alla lettera:

 

[...] le donne debbano avere il controllo dei loro diritti sessuali e riproduttivi, segnatamente attraverso un accesso agevole alla contraccezione e all'aborto; sostiene pertanto le misure e le azioni volte a migliorare l'accesso delle donne ai servizi di salute sessuale e riproduttiva e a meglio informarle sui loro diritti e sui servizi disponibili; invita gli Stati membri e la Commissione a porre in atto misure e azioni per sensibilizzare gli uomini sulle loro responsabilità in materia sessuale e riproduttiva.

 

La risoluzione nella sua interezza, parla di parità, stipendi uguali per uomini e donne a parità di mansione, istituzione del congedo di paternità ed aiuti alle madri sole o donne anziane in difficoltà. Uno stimolo e una richiesta dunque ai paesi dell'Unione Europea che non hanno ancora raggiunto obiettivi indispensabili per una reale parità di genere e per una maggiore spinta socio-economica dell'Unione stessa. Un discorso di ben più ampio respiro rispetto alla precedente risoluzione che ha tentato di affrontare l'aborto in maniera costruttiva: la risoluzione Estrela. Che forse per eccesso di specificità, si trattava infatti di una relazione “sulla salute e i diritti sessuali e riproduttivi” è stata bocciata, anche per merito dell'ostruzionismo praticato dai deputati PD.

 

Nel nostro Paese, la difficoltà ad accettare il diritto delle decisioni altrui è rinforzato dalla efficace e pervasiva attività dell'associazionismo cattolico: se con la legge 194 le IVG (interruzione volontaria di gravidanza) sono drasticamente diminuite, oggi sembra che il trend sia in controtendenza. Il sempre maggior numero di medici obiettori di coscienza impediscono alle donne meno abbienti di usufruire delle strutture pubbliche nel momento di maggiore bisogno. Così gli aborti nascosti e pericolosi - perché "artigianali" - sono nuovamente in crescita, e sono ricomparse pure le mammane.

Contro la Tarabella, la Federazione delle Associazioni Familiari Cattoliche (FAFCE) ha già raccolto cinquantamila firme e Giovanni Ramonda, della Comunità Papa Giovanni XXIII, ha dichiarato che con la Tarabella “la strada per l'aborto è rapida e spianata” e che “le donne chiedono aiuti non aborti”.


Purtroppo, in non poche circostanze, la difficoltà a portare a termine una gravidanza è accentuata dall'estrema povertà, o da altre condizioni socio economiche sfavorevoli. Il lavoro sul territorio di associazioni come "Movimento per la vita", rendono la vita delle donne e la possibilità di utilizzare lo strumento dell'interruzione di gravidanza una cosa impossibile, per di più incolpandole di essere delle assassine, quando invece l'IVG in Italia è possibile solo fino al terzo mese di gravidanza, proprio perché l'ovulo fecondato non è ancora diventato un feto.

 

A volte per una donna non abbiente o semplicemente priva di un lavoro stabile o di una fonte certa di reddito, l'aborto sembra essere una scelta obbligata, non desiderata.

In questo senso la Risoluzione Tarabella sembra essere un buon compromesso tra pratica e teoria: garantire a tutte le donne il diritto di poter far nascere il proprio figlio/a indipendentemente dalle proprie condizioni economiche e altresì permettere alle donne che lo decidono di poter praticare una IVG in sicurezza, senza rischiare la propria vita. Speriamo che la Risoluzione Tabarella non incontri l'opposizione strumentale e ideologica che ha impedito la Risoluzione Estrella.

 

Letto 3421 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Marzo 2015 17:49

Potrebbe interessarti anche:

  • Silvia Romano: non è odio ma odio di classe

    Le reazioni scomposte, esagerate, reazionarie, sguaiate, offensive, retrograde alla visione del ritorno in Patria della cooperante Silvia Romano in abito musulmano non si spiegano secondo un interpretazione superficiale - razzismo e misoginia - fatta propria dalle persone di sinistra. Non è tanto per Silvia che abbiamo gioito o sbavato rabbia, ma per ciò che Silvia rappresenta.

     

  • 25 Aprile Oltre il ponte

    Oggi festeggiamo la liberazione dal nazifascismo con la bellissima poesia di Italo Calvino e Sergio Liberovici, messa in musica dalla MCR. Tutti i diritti sono riservati. (il Bolognino è copyleft)

  • Sanità privata Lombarda e Bologna, il gruppo San Donato

    La Lombardia come sappiamo è la Regione d'Italia e d'Europa che peggio sta subendo l'offensiva di covid-19, da molti osservatori si fa strada anche l'osservazione che la sanità lombarda sia stata ampiamente privatizzata negli scorsi decenni e l'efficienza ed efficacia del sistema sanitario lombardo è sotto gli occhi di tutto il mondo. Una correlazione non è una causalità, ma ci teniamo a mettere i puntini sulle i con il buon lavoro di Riccardo Lenzi, che ci ricorda chi controlla il maggiore gruppo italiano della sanità privata, il gruppo San Donato che annovera ben 17 ospedali inn Lombardia.

Commenti   

 
judi online
0 #4 judi online 2020-09-21 13:54
I read this piece of writing completely on the topic of
the difference of latest and earlier technologies, it's awesome article.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
daftar poker idn
0 #3 daftar poker idn 2019-02-07 21:02
Here are some golf short game practice tips that can help you polish that area of your game;-Use a company and gentle grip to enhance your green side play.
Its m0 modification emerged for free while essentially the most advanced m3 modification costs
only 300 crystals. Those same gloves may also protect you against
a hot barrel if you're within the hot seat, shoot wise.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Emory
0 #2 Emory 2017-09-10 02:49
Asking questions ɑre genuinely gpod thіng iif youu are not understanding
somethіng еntirely, howеѵеr thіs piece off wwriting provides gоod understanding ʏet.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
cheap rs gold
0 #1 cheap rs gold 2017-09-10 02:49
Ꮃe are a group оf volunteers and starting ɑ new scheme
in ouг community. Ⲩour web site offered ᥙs wіtһ valuable infоrmation to
ѡork on. You һave done aɑn impressive job and оur whole
community wilⅼ be thankful tߋ үou.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

  • Esclusi Eurobond sì a MES e Sure
    Scritto da Marco Zuccaro

    Esclusi in modo categorico gli Eurobond e ogni forma di mutualizzazione del debito (come ampiamente previsto), escluso ogni tipo di intervento a fondo perduto. No, il Recovery Fund non sarà composto da sovvenzioni a fondo perduto, altrimenti sarebbe stato approvato oggi stesso.

    Venerdì, 24 Aprile 2020 07:15 in Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più