Il Bolognino

Giovedì, 07 Gennaio 2016 11:11

Ricordando Charlie Hebdo e la laicità, base di ogni convivenza

Scritto da  Gabriele Hamel

In questo momento, un anno fa, concluse le festività, Stéphane Charbonnier, direttore e disegnatore del Charlie Hebdo riunì la redazione della rivista satirica presso la sede al numero 10 di Rue Nicolas Appert nell'undicesimo arrondissement parigino. Con lui erano presenti i vignettisti Jean Cabut, Georges Wolinski, Bernard Verlhac e Philippe Honoré, il curatore editoriale Mustapha Ourrad, la giornalista Elsa Cayat, l'economista Bernard Maris, Michel Renaud, Frederic Boisseau che era addetto alla manutenzione. 


I due terroristi, i fratelli Kouachi li ammazzarono tutti e dieci senza pietà a colpi di AK-47. Nella fuga ammazzarono Franck Brinsolaro che era il bodyguard di Charbonnier e freddarono a bruciapelo Ahmed Merabet, agente di polizia in servizio nell'XI arrondissement. 
Il giorno dopo il loro complice Koulibaly ammazzò una poliziotta a Montrouge e l'indomani si barricò in un supermercato kosher ammazzando quattro ebrei francesi. I tre terroristi saranno ammazzati dalle forze speciali il 9 gennaio.

Oggi, a mente lucida, sono sconvolto come e più di un anno fa. I tre terroristi erano francesi come saranno francesi undici mesi dopo i killer del Bataclan, segno conclamato del fallimento del multiculturalismo.


La notte di capodanno in Germania migliaia di molestie sessuali da parte di tedeschi di seconda o terza generazione. 

Considerare Charlie Hebdo blasfemo è una insidiosissima valutazione sul piano spirituale.
Considero le vignette di Charlie Hebdo strumenti di satira, atti di libertà di pensiero che stanno in edicola per ricordarci che le Costituzioni occidentali sono più importanti della Bibbia, del Corano e di qualsiasi altro testo sacro. La superiorità di una Costituzione rispetto ad un testo sacro si chiama LAICITÀ.

Chiunque nel mondo non rispetta la laicità degli stati occidentali è un pericolo per la nostra libertà e la nostra vita.

Il terrorismo islamico è, infatti, l'epilogo peggiore e maggiormente crudele del processo di desecolarizzazione che osservo essere in atto in tante parti del mondo, ripudio assoluto della laicità e delle libertà. Io credo che in Italia tanti musulmani vivano laicamente la loro confessione e si siano innamorati della Costituzione e del nostro Paese, con loro è possibile convivere.

Ma quelli che considerano il Corano come unica legge della propria esistenza o sono già persone pericolose o lo sono potenzialmente.

La violenza è un cancro che si annida in coloro che non si riconoscono nelle leggi fondamentali della civiltà giuridica occidentale e che vogliono imporre agli altri i loro dogmi.
Oggi come ieri io sto con le vignette e la satira. ‪#‎IosonoCharlie‬

Letto 1121 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Gennaio 2016 11:20

Potrebbe interessarti anche:

  • Nessuna Immacolata in uno Stato Laico

    L'Immacolata concezione è una delle tante fake news (balle) delle religioni e una delle più ingiuste feste cristiane, a mio modo di vedere. Infatti in quanto mammiferi non possiamo concepire senza prima avere fatto sesso: siamo animali e gli animali si riproducono così. Non siamo piante che si riproducono anche per talea (e non solo).

  • Epic Fail USA e CIA
    50 anni passati a finanziare logge coperte, la massoneria deviata, Gladio, la DC, a investire in Italia con il Piano
  • I risultati tedeschi e gli Stati Uniti d'Europa che si allontanano

    Lunedì 25 settembre 2017 l'Europa è scossa dal risultato delle elezioni tedesche, svoltesi il giorno prima, in cui la Cancelliera uscente Merkel ha ri-ottenuto per la quarta volta consecutiva il mandato, ma i consensi al suo partito, la CDU, sono calati nonostante la floridità economica tedesca, e si è avuta una decisa affermazione di AFD, partito di ispirazione nazionalsocialista, con il 12,6% dei voti.

Commenti   

 
Sabrina
0 #1 Sabrina 2017-07-20 10:18
Really fine post, I surely adore this site, keep on it.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Dove ci porta l'UE

Memoria Collettiva

La voce di Bologna

  • Vaccini tra paure e realtà, la serata
    Scritto da

    L'iniziativa “Vaccini tra paure e realtà” promossa dall'associazione ‘Minerva Associazione di Divulgazione” e dal blog ‘Bufale un tanto al chilo’, si terrà sabato 21 Marzo alle ore 20.45 presso lasala sala consigliare Cenerini del quartiere Saragozza. Noi de ilbolognino.info segnaliamo ...

    Mercoledì, 18 Marzo 2015 15:31 in Bologna

Multimedia

  • Fuori Tempi 4x20 finale stagione

    Paolo Perini, in collaborazione con Ipn e ilbolognino.info, con questa ultima puntata salutano gli appassionati e gli ascoltatori cogliendo l’occasione per una breve analisi dei fatti politici più importanti che abbiamo seguito in questa Quarta stagione di Fuori Tempi, a cavallo tra la seconda parte del 2014 e il 2015.

    Ho scelto per voi di ricordare e di approfondire, come ...

Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili, anche di terze parti. Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookies nel tuo browser Voglio saperne di più